Cicloturismo: l’Occidentale Sarda in bicicletta

La Sardegna occidentale da Alghero a Cagliari è uno dei tour ciclistici più amati dell’isola.

chiudi

Caricamento Player...

Percorrendo la Sardegna Occidentale in bicicletta si passa attraverso aree collinari, spiagge, aree umide e lagunari e antiche aree minerarie. Un bellissimo viaggio per chi ama i sapori, lontano dal turismo di massa.

Le tappe dell’Occidentale Sarda

Alghero-Bosa km 45

Il tour inizia tra gli edifici storici della città antica. Usciti da Alghero si percorre una strada a picco sul mare, che alterna salite e discese, sino ad arrivare alla cittadina medievale di Bosa, famosa per il suo vino, i suoi ricami e la filigrana d’oro.

Bosa – San Salvatore 68 km

Le salite più impegnative si affrontano soltanto nei primi 20 chilometri. Da Bosa si raggiunge il villaggio di San Salvatore, che costituisce il più tipico esempio di centro religioso temporaneo in Sardegna.

San Salvatore – Torre dei Corsari 73 km

È una tappa abbastanza lunga ma facile, in quanto la maggior parte del percorso è pianeggiante. Si pedala seguendo il profilo frastagliato della costa, alternando la vista del mare ai panorami sulle lagune.

Torre dei Corsari – Portixeddu 73 km

Dopo una prima pianeggiante la strada inizia a salire man mano che ci si avvicina al villaggio di Guspini. Si attraversa Arbus e si scende su strada montana verso il mare a Portixeddu.

Portixeddu – Porto Botte 74 km

Questa pedalata costeggia il mare per gran parte della sua durata. Solo un tratto di 12 chilometri ha un’elevata pendenza. Questa fatica che verrà ripagata dopo lo scollinamento da un panorama unico sulle bianche falesie di questo tratto di mare.

Sant’Antioco – Pula 75 km

Da Sant’Antioco parte la tappa più dura della Sardegna Occidentale, con pochissima pianura e molti sali e scendi. La particolarità di questa tappa è costituita dal tratto di strada litoranea da Porto Teulada a Chia, una delle strade costiere più belle al mondo.