Cicloturismo: la pista ciclabile dell’Arno

Un percorso ciclabile che segue la discesa del fiume Arno dalla sua sorgente fino alla foce a Marina di Pisa. (manca immagine in evidenza)

chiudi

Caricamento Player...

La regione Toscana ha dato l’ok alla costruzione di questa ciclabile nel 2012. I lavori, che devono ancora terminare, hanno unito tra di loro alcune piste ciclabili già esistenti.

La ciclovia dell’Arno è un percorso di grande interesse paesaggistico, lungo circa 270 chilometri. Si snoda dalle sorgenti del fiume, sul monte Falterona, alla foce nei pressi di Pisa.

La ciclabile dell’Arno

Fra i tratti della ciclovia già realizzati troviamo quello dei Renai, nel comune di Signa, e quello di Rovezzano, a Firenze, fino a Fiesole. Il percorso è un misto di tratti paesaggistici e urbani.

La ciclovia dell’Arno è ispirata alle grandi piste ciclabili europee, come quelle di Danubio, della Drava o del Mincio. Si tratta di realizzazioni che hanno permesso attirare flussi cicloturistici con la conseguente crescita economica dei territori coinvolti.

La ciclovia dell’Arno è interamente toscana, e si snoda nelle provincie di Arezzo, Firenze e Pisa. Il primo tratto comprende Casentino e Valdarno superiore, con località di interesse paesaggistico come Stia e San Giovanni Valdarno, Figline, Incisa, Rignano e Pontassieve. Molti i centri dislocati lungo l’Arno e di interesse storico, artistico e paesaggistico.

Lungo tutto il percorso sono presenti strutture ricettive e tipici agriturismi.

Dati tecnici

Tempo di percorrenza: 8 ore
Difficoltà: Facile
Lunghezza: 120 km
Dislivello: nullo

Il percorso inizia in un piccolo borgo chiamato Stia, uno dei comuni del Parco nazionale delle Foreste Casentinesi. Percorrendo la ciclovia verso sud, si incontra il borgo di Poppi. Superati Bibbiena e Castelnuovo si arriva nella piana Arezzo. Si prosegue nella Valle dell’Inferno e a Bandella e si arriva a Firenze.

Questo tour rappresenta quello che diventerà uno dei migliori itinerari ciclistici d’Italia.