Ci tenete alla vostra bellezza? Attenzione ai cosmetici tossici

Shampoo, saponi, creme, prodotti di make up ecc… li usiamo sempre ma sappiamo cosa contengono? Attenzione ai cosmetici tossici

chiudi

Caricamento Player...

I prodotti da noi utilizzati quotidianamente per l’igiene personale vengono a contatto con la nostra pelle e spesso ci restano per tutto il giorno, come avviene per il trucco. Per questo è importante sceglierli con cura controllando bene gli ingredienti per evitare dermatiti, irritazioni o peggio, l’insorgenza di tumori ma, come fare?

Un cosmetico è considerato tossico solo quando ciò viene provato dalla scienza. Spesso però gli studi sulle sostanze durano alcuni anni, può quindi trascorrere molto tempo prima che una sostanza nociva venga messa al bando. Per questo motivo è importante imparare a leggere l’INCI, l’etichetta che troviamo sui prodotti e che riporta gli ingredienti di cui sono composti: impariamo ad evitare anche le sostanze che sono ritenute potenzialmente tossiche, anche se il loro utilizzo è ancora consentito.

 

Cosmetici tossici: la lista delle sostanze da tenere d’occhio

Ecco quali sono quelli potenzialmente nocivi che troviamo nei cosmetici:

Parabeni: sono tra i conservanti più presenti nei prodotti cosmetici soprattutto creme, shampoo, dentifrici, deodoranti e i principali sono: methylparaben, ethylparaben, propylparaben, isobutylparaben, butylparaben e benzylparaben.

Formaldeide: un conservante che funge da potente battericida ma che può essere anche molto irritante e può provocare allergie da contatto, oltre ad essere potenzialmente cancerogeno

Quaternium 15: contenuto soprattutto in prodotti per il make up ed è considerato potenzialmente nocivo perché rilascia formaldeide, causando fenomeni irritativi.

Kathon CG: questo conservante è nello specifico un antimicotico contenuto in prodotti per l’igiene personale ma anche in prodotti per la casa.

Mea-dea-tea: sono le sigle di sostanze sintetiche: monoethanolamine, diethanolamine, triethanolamine, che vengono utilizzate soprattutto in prodotti schiumogeni come shampoo e bagnoschiuma e che possono dare luogo alla formazione di sostanze cancerogene (nitrosamine)

Alluminium: lo troviamo soprattutto in deodoranti e antitraspiranti

Idrochinone: lo troviamo soprattutto nei prodotti schiarenti per la pelle, si tratta di una sostanza che può essere potenzialmente cancerogena e che è stata messa al bando in Gran Bretagna.

Toluene: parliamo di un solvente utilizzato soprattutto negli smalti e che serve a migliorarne la stesura.