Chi è Riccardo Muci, poliziotto eroe nominato Cavaliere da Mattarella

Chi è Riccardo Muci: storia di un poliziotto eroe

Riccardo Muci è l’agente di polizia premiato da Mattarella: con il suo gesto salvò la vita alle persone coinvolte nell’esplosione della cisterna a Bologna.

La storia di Riccardo Muci è quella di un uomo straordinario. Agente di polizia, pugliese in servizio a Bologna, nel 2018 era sull’autostrada A14 al momento dell’esplosione della cisterna di Gpl all’altezza di Casalecchio di Reno. Il suo gesto eroico ha permesso a tante persone di salvarsi dall’inferno di fiamme, ma lui è rimasto ferito.

Chi è Riccardo Muci?

Riccardo Muci è un poliziotto salentino della Stradale, originario di Copertino (Lecce), nato nel cuore della Puglia nel 1987. Era in servizio a Bologna quando, il 6 agosto 2018, l’esplosione di una cisterna di Gpl lungo la A14 causò un disastro.

Muci, agente di polizia, non ci ha pensato due volte e, a seguito del tamponamento che ha preceduto la deflagrazione il parziale crollo del viadotto, intuito il gravissimo pericolo è riuscito a mettere in sicurezza tante persone, le ha salvate facendole allontanare dal luogo, restando però investito dalle fiamme e ustionato sul 25% del corpo.

Fonte foto: https://twitter.com/poliziadistato

Riccardo Muci premiato da Mattarella

La storia straordinaria di Riccardo Muci è approdata alla trasmissione Nuovi eroi, su Raitre, tra i grandi ritratti degli uomini e delle donne che hanno dato alla loro vita un’impronta di coraggio e altruismo.

Nel 2018, il presidente Mattarella lo ha nominato Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica, premiato tra i 33 eroi civili che si sono distinti per la loro attività a favore del bene di tutti.

Una preziosa onorificenza consegnatagli “per il coraggio e l’altruismo con cui, senza esitazione, si è adoperato per prestare soccorso in occasione dell’incidente del 6 agosto sul raccordo autostradale di Casalecchio“: questa la motivazione del Capo dello Stato che ha scelto il poliziotto-eroe copertinese.

Senza troppi giri di parole, dal suo letto di ospedale dove era ricoverato per le ustioni riportate durante l’eroica operazione, l’agente della Stradale Riccardo Muci aveva descritto in modo semplice il suo gesto: “Io sono Riccardo. Un poliziotto. Cerco solo di far bene il mio lavoro“.

Fonte foto: https://twitter.com/poliziadistato

ultimo aggiornamento: 24-01-2020

X