Artista incredibilmente versatile, Renato Rascel si è occupato di musica e di spettacolo, diventando un’icona dello scorso secolo.

Una longeva carriera in ambito musicale, nata quando ancora era molto giovane, e poi l’esordio in teatro e al cinema: Renato Rascel è ancora oggi uno dei più iconici nomi dello spettacolo italiano del ‘900. Un’eredità che suo figlio Cesare porta avanti ancora oggi, nel nome di un grande personaggio della nostra storia artistica. Scopriamo qualcosa in più sul suo conto.

Renato Rascel, la biografia

Renato Rascel, all’anagrafe Renato Ranucci, è nato a Torino il 27 aprile 1912, sotto il segno zodiacale del Toro. I suoi genitori, Cesare Ranucci e Paola Massa, due grandi artisti dell’epoca, si trovavano nel capoluogo piemontese per una tournée quando il loro figlioletto è venuto al mondo. Ma è a Roma che è cresciuto, e più precisamente nel rione di Borgo.

A causa degli impegni lavorativi di mamma e papà, Renato ha vissuto in affidamento presso una sua zia, assieme alla sorella Giuseppina, morta a soli 17 anni. Durante le scuole elementari, frequentando lezioni di canto e recitazione, ha scoperto una grande passione e un talento fuori dal comune. Le sue prime esibizioni in ambito musicale risalgono a quando aveva solamente 10 anni, come corista delle Voci Bianche della Cappella Sistina.

È impossibile riassumere la sua carriera in poche righe. Ci limitiamo a ricordare che Renato è stato un grande musicista, ma anche un bravo ballerino e un attore teatrale eclettico e talentuoso, in grado di interpretare drammi e commedie. Inoltre negli anni ’40 ha debuttato sul grande schermo, acquisendo maggiore notorietà. Indimenticabili infine anche i suoi programmi radiofonici.

La vita privata di Renato Rascel

Renato Rascel
Fonte foto: https://www.instagram.com/rai_it/

Renato ha avuto una vita sentimentale piuttosto turbolenta. Nel 1943, dopo appena un anno di fidanzamento, si è sposato con l’attrice Tina De Mola. Dopo la fine del suo primo matrimonio è convolato a nozze con Huguette Cartier, la sua segretaria personale. Era il 1966, ma anche questa unione non è durata a lungo.

Renato si è sposato una terza volta nel 1980 con l’attrice Giuditta Saltarini, che frequentava già da diversi anni. Avevano già avuto un figlio, Cesare Rascel, nato nel 1973. Al fianco di Giuditta, nella splendida Roma dove ha sempre vissuto, il grande attore ha trascorso il resto della sua vita. Renato è morto nel 1991a causa dell’arteriosclerosi, di cui soffriva da diversi mesi.

Chi è la vedova di Renato Rascel

Giuditta Saltarini, la terza moglie di Renato, è stata con lui sino alla fine. I due si sono incontrati in un centro di fisioterapia, al quale il comico si era rivolto a causa di uno strappo muscolare. Lei, giovanissima aspirante attrice, gli è stata presentata da un amico e Renato le ha proposto un lavoro. Da quel momento non si sono più lasciati.

3 curiosità su Renato Rascel

•È stato un grandissimo tifoso della Roma.

•Amava sciare ed era davvero molto portato per questa attività.

•Era molto legato al Gianicolo, dove aveva fatto la sua prima dichiarazione d’amore a Giuditta.

Fonte foto: https://www.instagram.com/rai_it/

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 28-02-2020


Rino Gaetano: la storia dell’artista tra mito, curiosità e un oscuro presagio

Tutte le curiosità su Elisa Toffoli: dalla musica alla vita privata!