Ecco chi è Rafael Toloi: dalla biografia alla vita privata, tutto sul difensore nato in Brasile ma naturalizzato italiano.

Difensore centrale che può però agire anche come terzino destro, molto veloce e bravo nell’anticipo: parliamo di Rafael Toloi, uno degli oriundi della nazionale italiana. Nato in Brasile ma di origine veneta, il difensore è uno dei pilastri anche dell’Atalanta. Dalla biografia alla vita privata, ecco tutto quello che c’è da sapere su di lui.

Rafael Toloi: la biografia

Rafael Toloi è nato a Gloria d’Oeste, in Brasile, il 10 ottobre del 1990 (il suo segno zodiacale è quindi quello della Bilancia). Ha però anche il passaporto italiano in quanto i suoi avi erano originari di Treviso.

10 ricette DETOX per rimetterti in forma

Rafael Toloi
Rafael Toloi

Ha giocato a calcio fin da bambino ed è cresciuto calcisticamente del Goias, squadra nella quale ha giocato fino al 2012, quando è stato acquistato dal San Paolo. Nel 2014 ha giocato per la prima volta in Italia, quando era stato preso in prestito dalla Roma. Dopo un’altra stagione al San Paolo, dal 2015 è diventato un pilastro dell’Atalanta. Nel 2021, sotto la guida di Roberto Mancini, ha esordito con la nazionale italiana.

Rafael Toloi: la vita privata

Rafael Toloi dal 2013 è sposato con la moglie Flavia, i due si sono conosciuti nel 2009 in Brasile, grazie a degli amici in comune, quando il difensore giocava nel Goias ed è stato amore a prima vista: hanno anche una figlia di nome Maria nata nel 2014 e un figlio di nome Leonardo, nato nel 2020.

Chi è Flavia, la moglie di Rafael Toloi

Non si hanno molte informazioni riguardo a Flavia Toloi (non è nota la sua data di nascita, né il segno zodiacale). Di lei si sa che è nata in Brasile e che, prima di trasferirsi in Italia seguendo il marito, lavorava come caposala all’ospedale di San Paolo.

Rafael Toloi, dove vive?

Rafael Toloi abita insieme alla moglie Moglie e alla figlia Maria a Bergamo, in una casa ai piedi della Città Alta.

3 curiosità su Rafael Toloi

Su Instagram è molto attivo e condivide spesso nuovi post.

– E’ molto religioso.

– Ha diversi tatuaggi tra cui il volto di Gesù sulla schiena.


Lo chiamavano ‘Batigol’ ora è il terzino della Nazionale: tutto su Giovanni Di Lorenzo

Tutto su Giusy Ferreri: dalla malattia al cuore, alla maternità!