Myss Keta, la rapper mascherata che nessuno ha mai visto

Non si fa problemi a incassare critiche per il volto trash che ha dato alla sua arte: Myss Keta è la rapper mascherata di cui neppure i fan conoscono il volto…scopriamo di più!

Ha debuttato su YouTube nel 2013, con un singolo dal sapore controverso e provocatorio: Milano, Sushi & Coca. Un’artista che ama essere al limite della volgarità, avvolta in un malcelato bagaglio di cultura cui attinge nelle interviste che rilascia, parlando di filosofia, teatro, politica. Myss Keta è una, nessuna e centomila: il pubblico non conosce il suo vero volto e questa, in fin dei conti, è per lei la chiave del vero successo. Scopriamo chi (in parte) si nasconde dietro la maschera della rapper ribelle…

Chi è Myss Keta?

Se cercate la sua faccia sui social, rimarrete delusi. Myss Keta si mostra sempre a volto coperto, persino nell’esuberante e ricchissimo profilo Instagram in cui non mancano pose di ogni genere, ma sempre con una identità fisica non del tutto definita. Della sua vita privata non si sa nulla, e forse questa è sempre stata la sua naturale dimensione. Persa nel limbo dell’anonimato e al tempo stessa famosissima, in pochi anni, dal 2013 (anno del suo primo ingresso come icona sui generis nel mondo del rap) ha conquistato una notorietà esplosiva. Myss Keta è proprio questo: la rappresentazione di come l’ignoto possa essere anche noto per la sua proverbiale indefinita forma.

Antitesi di se stessa, sa di essere una “diva esagerata“, come la definiscono in molti, quasi grottesca e persino surreale nella trasposizione caricaturale della realtà in chiave rap. “La mia vita è una selva oscura in cui ho scelto di perdermi, frantumandomi e smarrendo definitivamente la retta via“. Dice questo del suo passato, del suo presente e di quello che sarà il suo futuro. Da preda a predatrice, nella seducente immagine che dà di sé, sfrenata e sregolata.

Myss Keta
Fonte Foto: https://www.instagram.com/myss.keta/?hl=it

Myss Keta: vita privata della rapper

Al pari del suo viso, anche la vita privata di Myss Keta è sottomessa alla stessa cornice di anonimato. Ma qualcosa è trapelato sul suo conto attraverso le sue dichiarazioni a Vanity Fair, in cui ha detto di aver avuto molti ex fidanzati ‘famosi’, alcuni dei quali uomini politici. Anche questi, nemmeno a dirlo, sigillati nel più fitto dei misteri della regina della notte…

Myss Keta, Una vita in capslock

Il suo album del 2018, Una vita in capslock, prodotto dalla Universal e presentato a Parigi, è quasi parafrasi della sua identità, di un’esistenza vissuta, appunto, a caratteri “maiuscoli”. Tutto o niente, non ci sono mezzi termini e colori oltre il bianco o il nero, tra il blu del paradiso di un successo crescente e il rosso dell’inferno che racconta nei suoi brani.

Parla di se stessa persino in terza persona, canta di vip, droga, sesso e dolore. Il progetto di creare questa figura artistica misteriosa è nato in una non meglio definita notte d’agosto (di un anno, ovviamente, tenuto nel buio) dalle menti del ‘collettivo Motel Forlanini‘.

Fonte Foto: https://www.instagram.com/myss.keta/?hl=it

ultimo aggiornamento: 27-04-2018

Giovanna Tedde

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X