Sapevi che voleva diventare una stella dell’NBA? Tutto su Gregorio Paltrinieri, stella del nuoto italiano

Scopriamo qualche piccola curiosità su Gregorio Paltrinieri, il nuotatore azzurro che nel 2016 ha vinto un importante oro olimpico…

chiudi

Caricamento Player...

Gregorio Paltrinieri, originario di Carpi, è un nuotatore azzurro. Paltrinieri è uno dei nomi più apprezzati del panorama mondiale del nuoto, visto che detiene il titolo di campione olimpico nel 2016, campione mondiale ed europeo nella categoria dei 1500 stile libero. Non solo, Gregorio è anche primatista europeo di questa distanza e degli 800 metri in vasca lunga, nonché primatista mondiale dei 1500 metri in vasca corta.

Gregorio Paltrinieri, età e curiosità sul campione azzurro di nuoto

  • Gregorio è nato il 5 settembre 1994.
  • Il suo soprannome è Greg.
  • Nel 2012 è diventato campione europeo dei 1500 m vincendo la medaglia d’oro ai Campionati europei di Debrecen in 14’48″92.
  • Ha cominciato a muovere le braccia in acqua alla tenera età di tre mesi quando i genitori lo iscrissero ai primi corsi di acquaticità.
  • È un appassionato di basket, in particolare è un tifoso dei New York Knicks e sin da piccolo sognava di diventare una stella dell’NBA.
  • Per quanto riguarda il nuoto, il suo modello è l’australiano Ian Thorpe che vide per la prima volta in televisione alle Olimpiadi di Sidney 2000 quando vinse tre ori e due argenti.
  • La carriera di Gregorio è cominciata con lo stile rana, che praticò sino ai 12 anni.
  • Su Instagram è seguito da oltre 200mila persone, mentre su Facebook i suoi fan ammontano ad oltre 46mila.
  • E’ alto 191 cm.

Gregorio Paltrinieri, la vita privata

Il padre Luca, ex-nuotatore agonista di buon livello, gestisce la piscina di Novellara in provincia di Reggio Emilia. Proprio in quella piscina, il nuotatore carpigiano iniziò ad allenarsi sotto la guida del padre. Il nuotatore è fidanzato da qualche anno con Letizia Ruoli, studentessa di medicina all’università di Modena e Reggio. Ama tantissimo i suoi compagni del liceo Tommaso, Lorenzo e Alessandro, che hanno frequentato la sua stessa classe e che vede appena può.

FONTE FOTO: facebook.com/greg.palt