Regista coraggioso e raffinato, Gianfranco Rosi ha stregato tutti alla Mostra del Cinema di Venezia. Scopriamo cosa si nasconde dietro il suo successo.

I suoi documentari lasciano il segno, e ha costruito una carriera brillante raccontando i grandi drammi del nostro tempo. Gianfranco Rosi è il regista delle sorprese e dei successi, ma anche un papà che ha scelto di condividere le gioie del successo con la persona più importante della sua vita, Emma. Vi raccontiamo tutto quello che è emerso sulla biografia e sulla vita privata del regista, firma pluripremiata del cinema.

Chi è Gianfranco Rosi e dove vive?

Gianfranco Rosi è uno dei registi più affermati del panorama italiano, vive tra gli Stati Uniti e New York (con un passato anche a Istanbul) ed è nato in Eritrea, precisamente ad Asmara. È lì che ha vissuto fino all’età di 12 anni, per via di un trasferimento dovuto al lavoro di suo padre, dirigente esteri di una banca dell’Iri.

GIANFRANCO ROSI
GIANFRANCO ROSI

Classe 1963, festeggia il compleanno il 30 novembre ed è del segno del Sagittario. Firma di punta nel mondo dei documentari, ha alle spalle gli studi universitari in Medicina (a Pisa) poi abbandonati in favore della formazione cinematografica a New York.

Si è diplomato alla Tisch School of the Arts e il suo primo lungometraggio risale al 2008. Si tratta di Below Sea Level, che gli è valso il premio per il miglior documentario nella sezione Orizzonti alla 65esima Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia e, per la stessa categoria, il il premio al Bellaria Film Festival, il Premio Vittorio De Seta al Bari International Film Festival 2009. La pellicola è stata anche candidata come miglior documentario agli European Film Awards 2009.

Del 2013 il Leone d’oro alla Mostra del Cinema di Venezia con Sacro GRA. Sua la regia di Fuocoammare, Orso d’oro al Festival di Berlino 2016 e candidato all’Oscar al miglior documentario. Venezia 77 ha segnato la sua presenza con Notturno, che racconta la situazione in Medio Oriente attraverso gli occhi di chi ha vissuto il dramma della guerra e del terrorismo.

La vita privata di Gianfranco Rosi

La vita privata di Gianfranco Rosi resta sostanzialmente fuori dal cono di luce imposto sulla sua storia dallo straordinario successo di regista. Ha una sola figlia, Emma, nata dall’unione con l’ex moglie, Anna, di cui non si sa molto.

Insieme a lei ha calcato il red carpet della Mostra del Cinema di Venezia 2020 in occasione della prima mondiale del suo Notturno, un trionfale ritorno di padre e figlia che già nel 2013 sfilarono sul tappeto rosso più osservato d’Italia. Il resto è materia che sfugge al radar dei media, complice la totale assenza di profili social attribuibili a Gianfranco Rosi.

Altre 2 cose da sapere su Gianfranco Rosi

– A Venezia 77, il suo documentario Notturno ha incassato un consenso cristallizzato in un applauso della durata di ben 10 minuti.

– Per girare la pellicola, Rosi ha viaggiato per 3 anni in Medio Oriente, tra i confini roventi di Iraq, Kurdistan, Siria e Libano.

Scopri le regole da seguire in caso di contatti stretti con persone positive al Covid 19


Chi è Rose Villain, la stella italiana alla conquista dell’America

Kim Jones, scopri chi è il nuovo direttore creativo di Fendi (star di Dior)