Considerata tra i migliori architetti a livello mondiale, Gae Aulenti ha segnato la storia del design internazionale: ecco cosa sappiamo di lei.

Tra le sue opere principali sono annoverati dei veri e propri capolavori come la ristrutturazione museografica del Museo D’Orsay a Parigi e un importante restauro del Castello Estense di Ferrara, ma sono moltissimi i lavori che le hanno dato prestigio. Stiamo parlando, naturalmente, di Gae Aulenti: una delle architette e designer più famose in tutto il mondo.

Gae Aulenti, la biografia

Gaetana Emilia Aulenti è nata a Palazzolo dello Stella (in provincia di Udine) il 4 dicembre 1927, sotto il segno zodiacale del Sagittario. Era figlia di genitori di origini meridionali – suo papà era pugliese, mentre la mamma era napoletana di origini calabresi. La sua passione per il design l’ha portata a laurearsi in Architettura al Politecnico di Milano, a seguito della quale ha iniziato subito la professione.

La sua carriera accademica è stata piuttosto fiorente, ed è in questo frangente che Gae Aulenti ha avuto modo di conoscere Renzo Piano, anch’egli giovanissimo e spronato da un incredibile amore per il suo mestiere. Negli anni ’60, l’architetta ha iniziato a farsi conoscere a livello internazionale e per questo ha ottenuto moltissimi lavori che le permesso di guadagnare grande prestigio.

Ad esempio, Gianni Agnelli le ha chiesto di ristrutturare il suo appartamento di Milano, e da questo primo lavoro è nata una lunghissima collaborazione che ha portato alla nascita di importanti capolavori. Inoltre la Aulenti ha dato vita a molti oggetti di design che incorporano lo stile Neoliberty, al quale ha sempre aderito.

La vita privata di Gae Aulenti

Gae Aulenti – Illuminate

"Si può pensare che a una donna non possa piacere il lavoro forte, invece a me piace molto.Mi piace guidare un cantiere, mi piace l'odore del cemento armato e mi piace vedere che una cosa viene su".Gae Aulenti, #Illuminate. Lunedì in seconda serata su #Rai3

Pubblicato da Rai3 su Domenica 18 ottobre 2020

Gae Aulenti ha sempre lasciato che a parlare di sé fossero le sue opere, ed è per questo che della sua vita privata si sa davvero poco. Si è sposata nel 1954 con l’architetto Francesco Buzzi, dal quale l’anno seguente ha avuto la figlia Giovanna. Ma il suo matrimonio è durato davvero poco. In seguito, Gae ha avuto una lunga e importantissima relazione con Carlo Ripa di Meana.

La designer è morta il 31 ottobre 2012 nella sua casa di Milano, dove aveva vissuto per tantissimi anni. Era malata da tempo, come ha poi rivelato sua figlia, ma aveva tenuto duro per riuscire a presenziare alla consegna del premio alla carriera conferitole dalla Triennale di Milano solo pochi giorni prima della sua scomparsa. Rai3 le ha dedicato una puntata di Illuminate, sotto la guida di Matilde Gioli.

Gae Aulenti in 3 curiosità

-In suo onore, Milano le ha dedicato Piazza Gae Aulenti.

-È sempre stata impegnata politicamente, sin da quando era ancora una ragazzina.

-Ha ricevuto numerosi premi e una laurea ad honorem dalla Rhode Island School of Design.

Scopri le regole da seguire in caso di contatti stretti con persone positive al Covid 19


Nicholas Cornia: ecco chi è il nuovo fidanzato di Claudio Sona

Da Temptation Island al GFVip: ecco chi è Selvaggia Roma