Chiara Lubich è stata la fondatrice del Movimento dei focolari, ma è stata soprattutto una delle donne che più hanno lavorato per la pace.

Ci sono uomini e donne che hanno cercato di cambiare il mondo impegnandosi a fondo per la pace e l’unità tra le varie persone: tra queste c’è sicuramente Chiara Lubich. E’ stata la fondatrice del Movimento dei focolari, conosciuto anche come Opera di Maria, che ha l’obiettivo di promuovere l’unità tra i popoli e la fraternità universale (non è un caso che vi aderiscono anche persone non di fede cattolica) e le sue opere sono state riconosciuto da numerose organizzazioni, istituzioni accademiche, religiose e statali.

Chiara Lubich: la biografia

Chiara Lubich è nata a Trento in 22 gennaio del 1920 (per questo motivo era del segno zodiacale dell’Acquario). Il suo vero nome era però Silvia, ha assunto quello di Chiaro dopo essere entrata nel Terz’Ordine Francescano. Fin da piccola è stata educata alla fede cristiana e all’età di 15 anni è entrata nella fila dell’Azione Cattolica.

Dopo aver conseguito il diploma alle magistrali, inizia a insegnare in varie scuole elementari, nel 1943 decide per di lasciare il proprio lavoro per iscriversi all’Università Ca’ Foscari di Venezia, anche se dopo un solo anno ha dovuto interrompere gli studi a causa della seconda guerra mondiale.

Anche negli anni bui della guerra la sua fede in Dio resta forte e inizia a dedicare la sua esistenza secondo gli insegnamenti del Vangelo. Il 7 dicembre del 1943 fa voto di castità. Da quell’atto nasce il Movimento dei Focolari, che oggi è diffuso in oltre 180 Paesi nel mondo.

Il Movimento dei Focolari con il passare degli anni diventa motore di cambiamento sociale (oltre che personale) seguendo sempre gli insegnamenti del Vangelo e cerca di unire le persone di ogni angolo di mondo.

Chiara Lubich è morta il 14 marzo del 2008, all’età di 88 anni. I funerali sono stati celebrati nella Basilica di San Paolo fuori le mura a Roma.

Chiara Lubich: la beatificazione

Il 72 gennaio del 2015, sette anni dopo la sua morta, è stato aperta la Causa di beatificazione e canonizzazione di Chiara Lubich. Papa Francesco ha così evidenziato le motivazioni del processo di beatificazione: “Far conoscere la vita e le opere di colei che, accogliendo l’invito del Signore, ha acceso per la Chiesa una nuova luce sul cammino verso l’unità”.

Chiara Lubich: il film Rai con Cristiana Capotondi

Il 3 gennaio del 2020, in occasione del centenario della nascita, Rai 1 trasmette un film, intitolato proprio Chiara Lubich, diretto da Giacomo Campiotti con protagonista Cristiana Capotondi. La pellicola è ambientata nel 1943 a Trento, dove tra i bombardamenti della città Chiara Lubich ha scelto di soccorrere i poveri, i malati e i bambini e ha fondato il Movimento dei Focolari.

Chiara Lubich: le curiosità

– Il vero nome di battesimo di Chiara Lubich è Silvia.

– Nel 1996 ha ricevuto dall’UNESCO il Premio Educazione alla pace.

– Nel 2003 ha ricevuto dal Presidente della Repubblica, Carlo Azeglio Ciampi, il titolo di Cavaliere di Gran Croce della Repubblica Italiana.


Tutto su Gianluca Mobilia, il fidanzato di Cecilia Capriotti

Fabio Caressa: tutto sul marito (bis) di Benedetta Parodi