Che cos’è integratore garcinia cambogia

Alla scoperta della Garcinia Cambogia, il nuovo integratore ricco di acido idrossicitrico dalle proprietà dimagranti

chiudi

Caricamento Player...

Dalle bucce del frutto della garcinia cambogia, una pianta spontanea originaria dell’omonima regione dell’Indonesia che cresce nelle foreste subtropicali, si estrae una sostanza ricca di elementi come calcio, carboidrati e acido idrossicitrico, un elemento molto raro in natura, perché presente solo nelle piante della specie Garcinia. Grazie alla proprietà fitoterapica dell’acido idrossicitrico di inibire l’azione dell’enzima responsabile di trasformare gli zuccheri in lipidi ed impedire l’accumulo dei grassi nei tessuti adiposi, la garcinia cambogia diviene un ottimo integratore coadiuvante delle diete dimagranti e si rivela utile anche per tenere a bada i livelli di colesterolo e trigliceridi, sempre e comunque in abbinamento ad uno stile di vita sano e ad un’alimentazione bilanciata e povera di grassi.

La garcinia cambogia, agendo sui livelli di secrezione della serotonina, stimola anche la sensazione di sazietà e permette di controllare le crisi di fame nervosa che assalgono soprattutto le donne nei periodi in cui i livelli di serotonina, considerato l’ormone della felicità, si abbassano generando stati emotivi ansiosi di varia intensità. Non ci sono evidenti controindicazioni nell’utilizzo della garcinia cambogia, della quale non sono noti effetti collaterali su base scientifica, sebbene siano riportati possibili tossicità epatiche in caso di sovradosaggio, ma è ugualmente consigliabile astenersi dal consumo sia in gravidanza che in caso di diabete e limitare l’assunzione contemporaneamente ad altri integratori dietetici e a sostanze dimagranti come la caffeina. Il frutto intero della garcinia cambogia non è disponibile sui mercati occidentali ma si trova comunemente in commercio il suo estratto sotto forma di capsule confezionate in vari formati e se si decide di affidarsi ad un rivenditore online, sarà prudente valutare la presenza di certificati di analisi qualitative del prodotto in vendita, la cui confezione dovrà recare la composizione, la percentuale di estratto contenuta e il dosaggio consigliato.