Che cosa sono i prodotti biologici

Il termine biologico identifica l’agricoltura che non utilizza sostanze chimiche di sintesi e organismi geneticamente modificati.

chiudi

Caricamento Player...

Con il termine “bio” viene indicato un metodo produttivo disciplinato con rigore mediante i regolamenti CE n. 834/07 e 889/08.

I prodotti biologici non utilizzano né sostanze chimiche di sintesi, ovvero concimi, diserbanti, anticrittogamici, insetticidi e pesticidi in genere, né organismi geneticamente modificati, comunemente conosciuti come OGM. Vengono utilizzati fertilizzanti naturali come letame, sostanze organiche compostate e sovesci. L’agricoltore può usare solo le sostanze di origine naturale autorizzate dal regolamento della Comunità Europea

Alla difesa delle colture si provvede anzitutto in via preventiva, attraverso la selezione di specie resistenti alle malattie e l’utilizzo di tecniche agronomiche appropriate:

  • La rotazione delle colture, ovvero evitare di coltivare per più stagioni consecutive la stessa pianta sullo stesso terreno. È il modo per evitare ai parassiti di proliferare e sfruttare in modo appropriato le sostanze nutrienti.
  • La piantumazione di siepi e alberi che ospitano i predatori naturali dei parassiti.
  • La consociazione, ovvero la coltivazione contemporanea di piante diverse, l’una sgradita ai parassiti dell’altra.

Le stesse regole valgono per gli allevamenti biologici di animali, che devono essere nutriti con prodotti vegetali di produzione biologica. I mangimi considerati biologici devono contenere materie bio per oltre il 95% dei loro componenti. Gli allevamenti devono inoltre soddisfare criteri etici e i fabbisogni fisiologici degli animali e sono vietate le razze nate da manipolazione genetica. Un altro aspetto molto importante è dato dalle condizioni di vita degli animali negli allevamenti. Le strutture devono essere di dimensioni adeguate al bestiame e deve esserci sufficiente spazio libero sia al coperto che all’aperto.

Per quanto riguarda invece i prodotti biologici per l’igiene e i cosmetici, non esiste a livello comunitario una vera e propria normativa come per gli alimenti. Un metodo per acquistare i prodotti sicuri può essere quello di individuare chi ha certificato il prodotto, andare sul sito internet dell’organismo e guardare nei documenti per vedere la percentuale minima di sostanze biologiche nel cosmetico.