Caratteristiche pillola di emergenza

Quali sono le caratteristiche della pillola di emergenza? E’ sicura? Quando conviene assumerla? Scopriamolo insieme.

chiudi

Caricamento Player...

Si chiama pillola del giorno dopo, il contraccettivo d’emergenza che molte donne scelgono per evitare gravidanze indesiderate. Quali sono le sue caratteristiche?

Innanzitutto non è un contraccettivo abituale, per cui non si deve assolutamente assumere con regolarità, ma solo per riparare situazioni indesiderate, come abbiamo detto.

E’ efficace entro 72 ore dal rapporto a rischio, ma prima si assume, più protezione offre. Se si notifica comunque un ritardo superiore a 4-5 giorni, si consiglia di recarsi da un ginecologo competente.

Come funziona? La pillola, abbiamo detto, deve essere assunta il prima possibile, ma se il rapporto ha avuto luogo ad ovulazione già avvenuta, sappiate che la pillola non funziona. Come mai? Perché l’ovulo è già stato fecondato. Ecco il perché dell’importanza dell’assunzione immediatamente dopo il rapporto, laddove possibile.

Attenzione: non può indurre aborti, in questo caso. Ecco perché si chiama “contraccettivo” d’emergenza.

In genere non provoca nausea e vomito, né controindicazioni in caso di situazioni particolari come l’allattamento. Questo perché non contiene estrogeni. Le caratteristiche peculiari di quella più usata in Italia si rifanno a un componente progestinico utilizzato ad alte dosi: ecco perché la confezione contiene solamente due pillole. Ognuna di esse è da 0,75 mg e si vuole che la prima sia presa il prima possibile, l’altra dopo 12 ore.