Il catarro nelle orecchie è un problema piuttosto fastidioso. Scopriamo da cosa dipende e quali sono i possibili rimedi da mettere in pratica.

Il catarro nelle orecchie è un problema che interessa in modo particolare i bambini ma che a volte può presentarsi anche negli adulti. In genere la sua formazione si presenta dopo un’influenza o a causa di infiammazioni che portano alla formazione di un muco denso, detto catarro tubarico e che spesso è causa della così detta otite media effusiva. Si tratta quindi di un problema che può interessare tutti e che nella maggior parte dei casi rientra spontaneamente ma che si può aiutare con qualche rimedio naturale.

Terza dose Vaccino, a chi spetta prima e quanto dura.

Catarro nelle orecchio: i sintomi da riconoscere

In genere i sintomi del catarro nelle orecchie sono abbastanza riconoscibili. Volendo riassumere i più frequenti ed indicativi del problema, questi sono:

– Udito minore
– Sensazione di orecchie piene
Acufeni
– Dolore leggero
– Autofonia

Ragazza con mal d'orecchie
Ragazza con mal d’orecchie

Ovviamente quando l’orecchio tappato da catarro fa male o si hanno i sintomi sopra elencati è molto importante recarsi dal medico al fine di comprendere l’entità del problema. Sebbene si tratti di un’infiammazione facilmente risolvibile, se protratta nel tempo può infatti diventare cronica.

Inoltre, con una visita ed una semplice cura, esattamente come nel caso del catarro in gola, ci si può liberare molto più in fretta dalle orecchie tappate di catarro.

Catarro nelle orecchie: rimedi semplici e naturali

Quando il muco nelle orecchie è tanto e non si sa come sciogliere il catarro nelle orecchie si possono usare alcuni rimedi naturali ed in grado di offrire un aiuto.
L’immissione di gocce di camomilla, ad esempio, si rivela utile per fluidificare la zona e per disinfiammare le orecchie. Inoltre anche tenere liberi le vie nasali può dare sollievo alle orecchie.

Riguardo al come stappare le orecchie dal catarro o dal muco giallognolo un buon metodo è invece quello di inserire con una siringa dell’olio d’oliva tiepido, utile per far ammorbidire eventuali tappi. Una volta fatto ci si potrà aiutare con un cottonfioc per togliere il catarro in eccesso.
Ovviamente, prima di agire, è sempre bene sentire il parere del proprio medico e prestare attenzione ad eventuali allergie ai prodotti che potrebbero causare maggior infiammazione.

Riproduzione riservata © 2021 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

ultimo aggiornamento: 09-11-2021

Gli asciugamani diventano sempre più ruvidi? Ecco il segreto per renderli morbidi!

Non sai come prendere la misura dell’anello? Ecco i metodi più semplici