È normale veder spuntare brufoli in gravidanza? Ecco da cosa dipendono questi inestetismi e cosa si può fare per contrastarli.

I cambiamenti ormonali durante la gestazione fanno sì che anche l’equilibrio della pelle cambi, per questo non è raro dover avere a che fare con la comparsa di inestetismi e brufoli in gravidanza. Così se da una parte alcune donne si ritroveranno ad avere un cambiamento in meglio e una pelle più radiosa, molte gestanti assisteranno alla comparsa di acne e inestetismi. Vediamo quali sono le cause dell’acne in gravidanza e come fare per contrastarli.

Brufoli in gravidanza: le cause

Spesso la causa che scatena la comparsa di inestetismi e brufoli sulla pelle è da imputarsi agli ormoni. In particolare giocano un ruolo principale i cambiamenti ormonali che si verificano durante il primo trimestre. La comparsa di brufoli a inizio gravidanza è infatti l’eventualità più comune e deriva proprio da una maggiore attività da parte delle ghiandole sebacee stimolata dalle variazioni degli ormoni.

Brufoli
Brufoli

In sostanza l’aumento di sebo può andare a ostruire i follicoli piliferi e scatenare un’infiammazione che si traduce nella comparsa dei brufoli. Il fenomeno può accentuarsi in chi ha in genere la pelle mista o grassa, rispetto a chi tende ad avere la pelle più secca. C’è inoltre una certa predisposizione alla comparsa di brufoli in gravidanza nelle donne che manifestano anche acne durante le mestruazioni e nella fase pre-mestruale. Le credenze popolari mettono in correlazione la comparsa dei brufoli al sesso del nascituro. Secondo alcune di queste leggende metropolitane la comparsa di brufoli preannuncia un maschietto, mentre in presenza di una pelle radiosa si avrà una femminuccia.

Brufoli in gravidanza: i rimedi

L’acne tenderà a ridursi e scomparire spontaneamente, ma ci sono comunque degli accorgimenti che si possono adottare per ridurre la comparsa dei brufoli. Per prima cosa bisogna tenere presente che prima di ricorrere a qualsiasi trattamento è necessario rivolgersi al proprio medico. Quello che si può fare in tutta sicurezza è prendersi cura della propria pelle partendo dall’igiene quotidiana. Ricordate però che lavaggi eccessivi possono favorire la produzione di sebo ed essere quindi controproducenti. È anche importante ricordarsi che non bisogna cercare di schiacciare o rompere i brufoli. Evitate anche trattamenti aggressivi e scegliete prodotti per il make-up che siano non comedogenici ovvero che non causino ostruzione dei pori.

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

ultimo aggiornamento: 18-09-2021


A cosa serve e quando si ricorre alla procreazione assistita

Come funziona la scuola steineriana e cosa insegna