Scopriamo su quali principi si basa la scuola steineriana, come viene articolato il percorso educativo e quali materie vengono trattate.

La scuola steineriana punta su insegnamenti volti a valorizzare la volontà, i sentimenti e l’intelligenza dei ragazzi. Questo metodo educativo deriva da Rudolf Steiner e fu introdotto a partire dal 1919. Spesso oltre a essere indicate come scuole steineriane vengono chiamate anche scuole Waldorf. Il motivo è dovuto al fatto che la prima scuola fondata sulla base dei principi dell’educazione steineriana è stata voluta da Emil Molt, direttore della fabbrica di sigarette Waldorf Astoria. Vediamo su cosa si fonda la pedagogia di questo metodo di insegnamento non tradizionale.

Scuola steineriana: cos’è?

Alla base della scuola steineriana c’è l’antroposofia, una disciplina fondata dallo stesso Steiner con l’obiettivo di indagare i legami tra mondo fisico e spirituale. Alla base di questa concezione c’è la tripartizione della persona in corpo, spirito e anima. L’obiettivo dell’educazione steineriana è quello di sviluppare le facoltà di pensiero, la creatività e i sentimenti e le abilità pratiche o volontà degli alunni.

Scopri i luoghi dei più famosi delitti italiani

Steiner: la scuola e il percorso in tre cicli

Il percorso scolastico viene suddiviso in tre cicli da sette anni, ognuno dei quali porta a completamento una tappa dello sviluppo (infanzia e pubertà). Il primo ciclo va quindi dalla nascita fino ai 7 anni, il secondo dai 7 ai 14 anni e il terzo dai 14 ai 21 anni. Nel primo ciclo ci si concentra sull’acquisizione della manualità e si apprendono le attività degli adulti che in questa fase sono quindi una sorta di modelli da imitare.

bambino disegnare colori lavoretti
bambino disegnare colori lavoretti

Nel secondo ciclo ci si concentra sull’immaginazione e la scoperta dei sentimenti. In questa fase si segue l’insegnamento suddiviso per epoche. Viene quindi studiata una singola materia alla volta per un periodo di circa quattro o cinque settimane, prima di passare all’epoca successiva e quindi cambiare materia. Le materie che vengono studiate sono: matematica, italiano, scienze, geografia, storia, arte e disegno di forme. A queste materie principali si aggiungono poi altre discipline che variano in funzione della classe e che comprendono attività artigianali, musica e ginnastica. Il terzo ciclo educativo mira a sviluppare il pensiero complesso, ci si concentra quindi sugli studi razionali e scientifici.

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

ultimo aggiornamento: 18-09-2021


Perché compaiono i brufoli in gravidanza e come evitarli

Lavoretti di Natale per bambini semplici ed economici