Botta e risposta tra Briga e la fan delusa: “Non me ne sono accorto, mi fa star male”

Briga nega una foto a una fan e lei si sfoga su Facebook, poi arriva la risposta del rapper che ammette di non essersi accorto di lei.

chiudi

Caricamento Player...

E’ successo al centro commerciale: Briga non si sarebbe concesso ha una foto con una sua fan, che la prende malissimo e si sfoga su Facebook:

“Briga è una delle persone più orride, più cattive, più str*** sulla faccia della terra. Quando capirai che “fare musica” non significa “fare soldi”, quando capirai che le tue fan non sono una fabbrica per fare soldi forse migliorerai. Non in campo musicale – ritengo personalmente che non ci siano dubbi sul tuo talento – ma come persona. Dopo 8 ore di fila, non essendo in possesso del cd a causa della mancanza di questo nei vari negozi di musica, ed essendo una delle ultime in quanto avevo dato precedenza a coloro che avevano il disco, era finalmente arrivato il mio turno, come si può capire dal video. Un uomo della security mi chiede il motivo per cui fossi senza cd e, dopo aver spiegato la situazione, gli chiedo gentilmente di chiedere a Briga di poter fare una foto dopo tutte quelle ore di fila. L’uomo gli spiega che ero priva di cd e lui, con una faccia schifata, gli dice di “No, non posso” e mi fa andare avanti. Provo ancora a chiedere una foto ma la guardia, sotto suo ordine, mi spinge e mi fa uscire. Caro Briga, con tutti i soldi che stai guadagnando comprati un po’ di umiltà.”

Briga, venuto a conoscenza dell’accaduto replica subito tramite Rockol, sperando di sistemare le cose e salvarsi la faccia.

“E’ una cosa che mi fa stare male: sono stato per sei mesi in TV, sto cercando di lavorare dopo un talent. E’ come se qualcuno o qualcosa volesse mettersi di traverso tra me e i miei sogni (…). Era verso la fine, ero stanco. Un addetto alla sicurezza del centro commerciale mi ha fatto una domanda relativa al funzionamento del ‘firmacopie’, che prevede che la precedenza venga data a chi si presenti munito con una copia del disco da firmare. Io ho risposto a lui che chi non aveva il disco doveva rimettersi in coda, dando priorità ai possessori dell’album, non di andarsene. Per il resto io la ragazza che ha girato il video non l’ho nemmeno vista. E comunque non mi sarei mai sognato di mandare via una persona solo perché non ha il mio album da farsi autografare: a Napoli ho firmato di tutto, dai cartelloni promozionali ai semplici foglietti di carta che mi venivano tirati da dietro le transenne. Non ci sto a passare per uno che manchi di rispetto a una fan che – magari – non possa permettersi di comprare il mio disco, perché non fa parte del mio carattere. Sarò anche stronzo di mio, ma le spine le tiro fuori solo quando mi rompono i coglioni. E i firmacopie non sono il caso, perché io in mezzo alla gente ci sto bene. E coi miei fan il più delle volte sono più disponibile che con la mia famiglia. A Napoli c’erano 3500 persone e sul fatto che 3499 si siano divertite posso giurarci”