Borse in Rafia, il nuovo Amore degli Stilisti

Ormai non c’è stilista che non inserisca borse in rafia nelle sue collezioni; lucida, resistente e leggera, la rafia è tra i materiali poveri ma belli.

chiudi

Caricamento Player...

Chi l’avrebbe detto che da una fibra grossolana, generalmente impiegata nella produzione di cesti, cordami e negli articoli da intreccio, sarebbero state prodotte borse in grado di fare tendenza nel mondo dell’Alta Moda mondiale. Proprio così. La rafia, uno dei materiali naturali più poveri che esistano, è diventata tra le fibre più utilizzate dalle maggiori griffe internazionali nella realizzazione di borse. Non c’è marchio di prestigio che non abbia inserito le borse in rafia nelle proprie collezioni estive.

Il trend è lanciato, insomma, anche se è possibile notare delle differenze tra le varie case. Dolce e Gabbana, ad esempio, la predilige per le handbag. Missoni, invece, per realizzare delle chiccosissime pochette con tracollina. Prada, poi, l’ha tinteggiata con colori sempre più forti ed accesi, creando effetti e contrasti di rara eleganza. Un vero e proprio amore, insomma. E dire che rafia, paglia e tela sono dei materiali ritenuti poveri. Forse, proprio questa è la loro fortuna, in un momento particolare in cui l’intero mondo della moda ha scoperto – finalmente – l’importanza di una produzione eco-friendly, capace di rispettare le esigenze dell’ambiente al pari, se non di più, di quelle dello stile.

Ricavata da una varietà di palme proprie dell’Africa tropicale, la rafia  dopo una serie di trattamenti è in grado di assumere un aspetto lucido, resistente ma leggero, ideale per il confezionamento di borse ma anche di cappelli ed altri accessori. Dolce e Gabbana, appunto, si sono innamorati subito di questo materiale tanto da proporlo – tra i primi – per la creazione di handbag colorate e stravaganti, tra cui colpisce la versione in rosso. Molto trendy l’accostamento a dettagli gioiello per tracolline adatte alle serate particolari, più che all’uso quotidiano.

Targata Missoni, invece, la proposta di minibag in rafia realizzate con tecnica crochet in punto nocciola e caratterizzate dall’inserimento di catenelle colorate in plexiglass. Di Prada si è già detto: colori vivaci e accesi. Menzione meritano anche le tonalità più tenui e meno artificiose scelte da Twin Set Simona Barbieri, una linea decisamente votata al naturale che si sposa perfettamente con la caratteristica stessa della materia prima, tra le più comuni in commercio.

Guarda cosa accadde oggi.

[jwplayer player=”1″ mediaid=”22885″]