Notate che i vostri bicchieri opachi una volta usciti dalla lavastoviglie e non sapete come fare? Ecco tutti i rimedi per togliere gli aloni e far risplendere i cristalli!

La lavastoviglie è un elettrodomestico utilissimo che fa risparmiare tempo e dà risultati ottimi… sebbene qualche piccola eccezione. Stiamo parlando dei bicchieri opachi in lavastoviglie, che dopo il lavaggio possono risultare con degli aloni, derivanti dal calcare dell’elettrodomestico e da una serie di fattori, che non rendono un cristallo veramente bello e brillante. Ma a tutto c’è rimedio, o meglio rimedi e accorgimenti per rendere i bicchieri splendenti dopo il lavaggio. Ecco tutto quello che c’è da sapere!

Consigli e rimedi per i bicchieri opachi

Perché i bicchieri si rovinano in lavastoviglie? Molti se lo chiedono, ma se il cristallo è di buona o ottima fattura non c’è pericolo di rovinarli irrimediabilmente, ma a volte succede che restino degli aloni che danno un effetto “sporco”. Ecc come si procede per eliminarli (in diversi modi):

Bicchieri opachi in lavastoviglie
Bicchieri opachi in lavastoviglie

Detersivo. Questo può essere la causa se i bicchieri escono dalla lavastoviglie opachi, perché se si usa quello in polvere ad esempio può portare delle piccole abrasioni al vetro, oppure il brillantante che deve solamente a coprirli. Gli accorgimenti in questo senso sono: usare un detersivo ecologico che rispetti l’ambiente, dosarlo in maniera opportuna (né troppo né poco) e prediligere quello liquido. Un rimedio naturale, invece, è quello dell’acido citrico come brillantante: si mettono 250 grammi di acido citrico in un 1 litro d’acqua e il mix si può mettere nella vaschetta della lavastoviglie.

Temperature e vapore. Bisogna sempre cercare di lavare i bicchieri a temperature basse perché altrimenti si potrebbero rovinare, anche perché il cristallo può contenere delle parti plastiche. Un accorgimento in più è quello di lasciare aperto lo sportello dell’elettrodomestico dopo il lavaggio di modo che il vapore fuoriesca.

Metodo della pentola. Questo metodo consiste nel versare acqua in una pentola e metterla sul fuoco. Quando l’acqua sarà calda bisogna mettere i bicchieri in ammollo e aggiungere mezzo bicchiere di aceto. Si lascia bollire per circa mezz’ora con i bicchieri all’interno, coperti dal coperchio della pentola. Si prepara poi un catino con acqua e succo di limone e si immergono in bicchieri per qualche minuto, facendo molta attenzione. Per asciugarli si può optare per dei fogli di giornale.

Dentifricio. Un altro rimedio della nonna è usare il dentifricio. Si mette un po’ sui bicchieri e li si massaggia. Per sciacquarlo via si prepara una bacinella con aceto, acqua e una piccola quantità di detersivo per i piatti.

Bicarbonato o sale e aceto. Infine si possono utilizzare anche il bicarbonato o sale e aceto per far risplendere i bicchieri. Il sale grosso e l’aceto insieme possono essere la salvezza, basta passare i cristalli con questo mix, attendere tutte la notte e ammirare il risultato. Anche con bicarbonato e acqua, creando una pasta e poi spalmandola con uno spazzolino sui bicchieri e lasciando agire per 15 minuti, si avranno ottimi risultati.

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 08-12-2020


Covid, come smaltire mascherine e guanti dopo l’uso?

Tutti gli usi del Vetril (che non ti aspetti)