Benefici dell’aglio germogliato

L’aglio germogliato, un valido alleato contro l’invecchiamento

L’aglio, grazie al suo sapore forte, è largamente utilizzato nella cucina mediterranea ed è il protagonista indiscusso di alcuni piatti tradizionali, come le bruschette, giusto per citarne uno dei più famosi.

Solitamente viene utilizzato fresco ma, negli ultimi tempi, gli studiosi si sono concentrati sullo studio dell’aglio germogliato e hanno dimostrato che, col passare del tempo, i germogli forniscono all’aglio proprietà antiossidanti.

È opinione comune che l’aglio abbia dei benefici per la salute non indifferenti, ed è stato utilizzato nella medicina popolare sin dall’antichità, grazie alle sue proprietà benefiche che contano la riduzione dei livelli di colesterolo e della pressione arteriosa, la prevenzione del rischio di malattie cardiache e un aiuto nel rafforzamento del sistema immunitario. Inoltre l’aglio risulta essere un valido alleato contro il cancro.

Tuttavia tutte queste proprietà si pensava fossero limitate solo all’aglio fresco e invece, a quanto pare, l’aglio germogliato, che la maggior parte della gente butta via, possiede anche  proprietà contro l’invecchiamento delle cellule.

La sua proprietà antiossidanti permette infatti di contrastare i radicali liberi, le sostanze di scarto prodotte dalle cellule che, a lungo andare, possono causare un danneggiamento cellulare, provocando un invecchiamento precoce delle stesse.

Infine l’aglio può essere tranquillamente piantato in giardino utilizzando gli spicchi come semenza: basta scegliere un appezzamento di terreno con un ottimo drenaggio (il terreno argilloso non può ospitare l’aglio) e nutrito con letame e compost e avrete così una dispensa personale del vostro antiossidante.

 

 

 

Se vuoi altri aggiornamenti sul mondo femminile, lascia la tua email qui sotto:

Privacy Policy

ultimo aggiornamento: 03-03-2015

Donna Glamour Guide

X