I benefici del succo di melograno

Considerato addirittura antitumorale, è un prodotto dalle molteplici qualità

I benefici del succo di melograno sono conosciuti fin dall’antichità e sono stati ingigantiti in tempi recenti da un produttore americano, che fu denunciato alcuni anni fa per pubblicità ingannevole, dando adito a una certa attenzione sulle effettive proprietà di questo frutto.

I benefici delle altre parti del melograno

Per quanto l’insieme dei semi costituisca la maggior parte del frutto di cui stiamo parlando, le altre parti hanno a loro volta delle proprietà non trascurabili.

La corteccia e i fiori posseggono una grande quantità di tannini, sostanze estremamente efficaci nel trattamento di episodi emorragici soprattutto a carico dell’intestino e della vagina.

Ancora la corteccia ha proprietà vermifughe e antielmintiche. In particolare le sostanze presenti nell’albero di melograno sono efficaci contro la tenia, comunemente conosciuto come verme solitario. Questo parassita infatti verrebbe paralizzato a seguito dell’assunzione di corteccia di melagrana e quindi più facilmente espulso dall’organismo.

La scorza essiccata delle melagrane, ridotta successivamente in polvere e utilizzata per produrre un decotto è un’ottimo antidiarroico.

L’infuso preparato a partire dai petali del fiore del melograno funge da disinfettante e da rinfrescante per il cavo orale, come un ottimo colluttorio naturale. Utile in particolare per sgonfiare le gengive e alleviarne il rossore.

I benefici del succo di melograno

I semi di melagrana, e quindi il succo che da essi si ricava, contengono vitamina C, vitamina K, polifenoli e flavonoidi. Se nel succo vengono spremuti anche i semi veri e proprio oltre alla polpa rossa che li racchiude, si ottiene anche un consistente apporto di fibre e di acidi grassi essenziali.

Il succo di melagrana ha ottime proprietà antiossidanti gastroprotettive. In particolare funge da gastroprotettivo contro i danni causati dall’eccessivo consumo di alcool. Svolge inoltre un’azione antiallergica e antitrombotica aiutando cioè a prevenire l’accumulo di grasso nelle arterie che può dare origine a trombi e ictus.

Le presunte proprietà anticancerogene del succo di melograno non hanno mai ottenuto riscontri scientifici accettabili. Teoricamente l’acido ellagico rallenta la distruzione e il diffondersi della proteina tumorale 53 che svolge una potente azione antitumorale. Allungando il periodo di permanenza di questa proteina all’interno dell’organismo, il succo di melograno ne moltiplicherebbe l’efficacia antitumorale.

 

ultimo aggiornamento: 20-03-2017

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X