Cosa sono i basofili e cosa c’è dietro una variazione dei loro valori? Vediamo cosa può contribuire a una variazione.

I basofili fanno parte dei globuli bianchi e si trovano nel circolo sanguigno, il loro compito è quello di partecipare alla risposta immunitaria. Precisamente i basofili, come la maggior parte delle cellule che fanno parte del sistema immunitario, vengono prodotti nel midollo osseo. Essi fanno parte dei granulociti insieme agli eosinofili e ai neutrofili. Vediamo da cosa può dipendere una variazione dei loro valori nel sangue rispetto alla norma e cosa succede, quindi, quando queste cellule sono superiori o inferiori alla norma.

Basofili alti: cosa significa

Per prima cosa bisogna sottolineare che i valori di riferimento dei basofili possono cambiare in funzione di alcuni aspetti. Va quindi considerato il range che viene indicato dai singoli laboratori in base alla strumentazione utilizzata. Inoltre il valore da considerarsi normale varia anche in base ad età e sesso, per questo tutte le considerazioni devono essere fatte da un medico.

Esame del sangue emocromo
Esame del sangue emocromo

Quando si hanno i basofili alti si parla anche di basofilia, questi valori non sono necessariamente collegati a una patologia. Tuttavia, quando l’aumento di questi globuli bianchi è associato a una malattia, le cause possono comprendere infezioni, reazioni allergiche, ipotiroidismo, leucemie, ma anche interventi chirurgici come la rimozione della milza.

Basofili bassi: da cosa dipendono?

Quando invece siamo davanti a una diminuzione rispetto ai valori normali si parla di basopenia. Tra le situazioni associate a questa condizione ci possono essere l’utilizzo di farmaci, per esempio i corticosteroidi, ma anche l’assunzione di ormoni. Anche la gravidanza o un periodo di forte stress possono essere collegati a una riduzione del numero di queste cellule nel sangue.

In particolare durante la gravidanza o nel periodo subito successivo, la riduzione dei basofili rispetto alla norma può essere considerata fisiologica. In ogni caso non sempre una variazione può essere considerata significativa e nascondere quindi un problema. Per questo non bisogna preoccuparsi quando si nota qualcosa di strano nel referto, ma occorre sempre consultarsi con il proprio medico per chiarire le cause.

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 01-03-2022


Come creare un’amplificatore per il segnale cellulare fai da te

Quante sono le calorie delle fragole?