Arisa e Vito Coppola vincono la sedicesima edizione di Ballando con le Stelle, programma condotto da Milly Carlucci.

La finale di Ballando con le Stelle è stata finta dalla coppia composta da Arisa e Vito Coppola. La cantante lucana ha vinto con il 52% dei voti, battendo Bianca Gascoigne, figlia di Paul, che gareggiava con Simone Di Pasquale nel programma condotto da Milly Carlucci.

Arisa
Arisa

Arisa e Vito Coppola vincono Ballando con le Stelle

Arisa e Vito Coppola hanno vinto la sedicesima edizione di Ballando con le Stelle. La coppia ha battuto, in finale, il duo composto da Bianca Gascoigne e Simone Di Pasquale.

La cantante è rimasta stupita dalla vittoria ottenuta nel programma condotto da Milly Carlucci. Ecco le sue parole: “È vero? Io non me l’aspettavo assolutamente. Il primo giorno che sono entrata qui dentro, non se l’aspettava nessuno! Grazie infinite per avermi fatto arrivare fino a questo punto!”.

I ringraziamenti della cantante lucana

L’artista, inoltre, ha ringraziato il suo compagno di viaggio: “Grazie mille a Vito Coppola anche con metodi poco ortodossi mi ha trascinato fino a qui! Grazie a tutte le persone che ho incontrato in questo posto incredibile. Grazie a chi mi ha fatto compagnia in questo viaggio, grazie ai giudici, grazie alle maestranze, grazie alla Rai e grazie a te, Milly!“.

È stato Alberto Matano – presente nella trasmissione in collegamento remoto – con il suo tesoretto a permette ad Arisa e al suo partner di ballo di trionfare nella finale.

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2023 - DG

Ballando con le stelle

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 19-12-2021


Amici: le anticipazioni e gli ospiti del 19 dicembre 2021

Ballando con le Stelle, la rabbia di Morgan: “Spero che non sarete più li a rubare gli stipendi!”