Milano diventa eccezionalmente teatro dell’Armani Privé 2021, collezione da sempre presentata a Parigi: l’omaggio di Giorgio Armani di Milano e alla sua rinascita.

Tanti e tutti forse devono molto alla capitale della moda. Giorgio Armani, fresco del Premio Parete 2020 che ne ha ulteriormente ricordato l’eccellenza di un’icona internazionale Made in Italy, sposta la sfilata Armani Privé della primavera/estate 2021 da Parigi a Milano. Un omaggio forte, sentito, che riporta in patria almeno per quest’anno una delle linee più belle di Re Giorgio, dall’appeal classico ma senza tempo che caratterizza le collezioni del brand.

Vaccino Covid-19, vuoi scoprire quando sarà il tuo turno?

Armani Privé 2021: la sfilata della primavera/estate

Le due anime della donna contemporanea si sintetizzano perfettamente nella sfilata della primavera/estate 2021 di Armani Privé: tailleur giacca pantaloni, celebri e decorati con crinoline, ricami in tulle e cristalli. Il blu, iconico e amato da Armani è il re delle nuance, ma si accompagna al rosso magenta e al verde acqua.

E poi la seconda anima, i vestiti principeschi che sembrano usciti da un guardaroba aristocratico, come l’abito “Corteccia”, denominato così perché la lavorazione del tulle ricorda le forme della corteccia di un albero, e ancora fantasie luminose e scintillanti che ci fanno già sognate le sere d’estate tra la natura incontaminata.

Una scelta non casuale quella di richiamare la natura tra i temi della collezione e che ispira la cura e la forma di ogni dettaglio sartoriale, perché lei è stata quella che durante la pandemia siamo ritornati ad apprezzare e che va rispettata e onorata ogni giorno.

Armani omaggia Milano e sfila a Palazzo Orsini

Le collezioni Armani Privé sfilano a Parigi generalmente, ma questa volta Giorgio Armani, esattamente come Valentino ha scelto di restare in Italia e omaggiare Milano, accompagnare la sua rinascita, sostenerla in un momento così difficile come quello della pandemia.

Nella conferenza stampa di apertura infatti, Armani ha sottolineato come l’emergenza sanitaria abbia fortemente inciso anche sul settore della moda, che anche questa volta cerca di essere vicina ad un altro settore che vive una grande difficoltà. La sfilata infatti è stata ambientata a Palazzo Orsini, dove le modelle hanno sfilato muovendosi tra corridoi e stanze interne.

Vaccino Covid-19, vuoi scoprire quando sarà il tuo turno?


Vanessa Incontrada in posa come in un quadro di Rubens: così ispira Dolce e Gabbana

Demi Moore è la musa della primavera/estate 2021 di Fendi