Quali sono i pesci che contengono il parassita?

Se trattato con cura e abilità, il pesce crudo può dare vita a piatti deliziosi come il carpaccio. Il pesce crudo è inoltre la base di un’intera tradizione culinaria, quella giapponese, che da anni affascina anche l’Occidente. Ma attenzione: mangiare pesce crudo può essere pericoloso a causa del famigerato verme anisakis. Per salvaguardare la nostra salute e quella di chi ci sta intorno, scopriamo quindi quali sono i pesci che, se ingeriti, possono provocare l’infezione chiamata anisakidosi.

Pesci maggiormente infetti da anisakis

  • Acciughe (alici)
  • Aringhe
  • Sardine
  • Lampuga
  • Sgombro
  • Pesce sciabola
  • Tonno
  • Pesce spada
  • Ricciola
  • Merluzzo
  • Pesce san pietro
  • Branzino (spigola)
  • Nasello
  • Triglia
  • Rana pescatrice
  • Scorfano
  • Calamaro
  • Salmone marino

Ci sono creature marine che invece non lo contengono affatto: sono i molluschi bivalve (ostriche, cozze, vongole) e i crostacei a eccezione dell’Euphasia superba. Si tratta di un gamberetto lungo 65 mm, che costituisce il Krill. Questo significa che potete mangiare tranquillamente gamberi, aragoste e scampi, e anche i pesci di fiume perché l’anisakis si sviluppa in acqua salata. Nessun problema quindi con trote e carpe.

Cibi da evitare per non contrarre l’anisakidosi

Tutti i pesci sopraelencati si possono mangiare tranquillamente, a patto che siano ben cotti. La cottura infatti uccide uova, larve e vermi impedendo ai commensali di ingerirli. Da evitare invece carpacci, pesci marinati o leggermente affumicati, perché la cottura potrebbe non essere stata sufficiente. Se volete andare sul sicuro, inoltre, non mangiate troppo spesso piatti della cucina giapponese. Sushi e sashimi infatti sono spesso a base di salmone o tonno, e possono contenere gamberetti o uova di pesce. In ogni caso, state tranquilli: l’anisakidosi non è eccessivamente diffusa ed è una patologia che passa in fretta, con la morte del parassita responsabile. Nel frattempo, basta assumere cortisonici per alleviare i fastidiosi sintomi gastrointestinali.

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 17-05-2017


Cosa sono le marble lips

Cosa fare contro la rinite allergica