Allenamenti settimanali di pilates

Quanti allenamenti settimanali di pilates svolgere per tonificare i muscoli e ritrovare l’equilibrio.

chiudi

Caricamento Player...

Con il pilates si tonifica e snellisce il corpo ottenendo stupefacenti risultati in tempi brevi e duraturi nel tempo. Tra le discipline preferite dalle star, il pilates sta riscontrando un grande successo tra ogni fascia di età e di sesso. Praticato sia dalle più giovani che dalle più mature è un’attività fisica che permette di rinforzare gli addominali, acquisire pieno controllo del corpo e correggere la postura. Tra i tanti benefici anche quello di rilassare la mente e ripristinare il benessere interiore. Per ottenere dei benefici è necessario svolgere con costanza dai due ai quattro allenamenti settimanali di pilates.

Costanti allenamenti settimanali di pilates per garantirvi un corpo perfetto

Il pilates sollecita il lavoro di tutto il corpo. Durante una seduta di allenamento si va, infatti, a stimolare ogni gruppo muscolare, per questo è necessario eseguire un allenamento cosiddetto “a picchi” che consiste semplicemente nell’alternare un giorno di tonificazione e rassodamento ad un giorno di riposo. È  fondamentale concedere al corpo una pausa e permettergli di rilassarsi. Durante una seduta di pilates, se svolto correttamente, si vanno a sollecitare tutti i muscoli del corpo in modo dolce e non aggressivo. Con una pratica costante gli esercizi diventano sempre più impegnativi e quindi lo sforzo fisico e la concentrazione aumentano. Un istruttore qualificato potrà darvi degli ottimi consigli sulla tipologia di esercizi adatti alla vostra corporatura e alle vostre esigenze fisiche e vi saprà anche indicare quanti allenamenti settimanali di pilates eseguire. Uno dei motivi per cui quest’attività è molto apprezzata è dovuto al fatto che le posizioni del pilates possono essere riprodotte per conto proprio. Infatti, dopo aver acquisito le conoscenze base si possono svolgere semplici esercizi in casa utilizzando un tappetino o dei piccoli pesi.

 

Fonte immagine copertina: Melbourne Osteopathy via Flickr