Quando si parla di alimentazione e palestra occorre sapere che la prestazione sportiva è strettamente legata a come ci comportiamo a tavola!

È importante conoscere a fondo il binomio alimentazione e palestra se si vuole affrontare l’attività fisica al meglio. Oltre a vedere quali classi di alimenti non possono mancare nell’alimentazione dello sportivo è bene precisare che è importante non solo cosa mangiare, ma anche quando farlo. Strutturate quindi i vostri pasti in base all’orario dell’allenamento, ma non dimenticate di non saltarne mai uno! State sempre attenti ad aspettare almeno 2 – 3 ore prima di allenarvi dopo un pasto principale, e 30 minuti dopo uno spuntino.

Dieta per chi fa palestra: indicazioni generali

Nell’alimentazione dello sportivo un’attenzione particolare deve essere destinata alle proteine. Bisogna però precisare fin da subito che la dieta deve essere sempre variata ed equilibrata. Questo significa che sebbene in vista di allenamenti di potenza ci possa essere una maggiore richiesta di proteine, non si potrà basare il regime alimentare su questo solo macronutriente.

10 ricette DETOX per rimetterti in forma

Proteine
Proteine

Non dimentichiamo che anche grassi e carboidrati, assunti sempre nelle proporzioni adeguate sono fondamentali per l’organismo. Detto questo siamo pronti per vedere quali sono i principi cardine della dieta per la palestra.

Alimentazione e palestra: le regole d’oro

La dieta per chi fa palestra, così come ogni dieta, deve essere strutturata su misura in base al soggetto e le sue caratteristiche tra cui età, peso e sesso. Questo significa che la dieta per la palestra per un uomo non potrà essere strutturata allo stesso modo di una per una ragazza, ma le differenze dipendo anche in base al tipo di allenamento svolto. In ogni caso valgono delle accortezze generali e si parla sempre di una dieta equilibrata, ma cosa si intende esattamente? Il giusto apporto di proteine, carboidrati e anche grassi, ma vediamo nello specifico quali indicazioni seguire.

Legumi
Legumi

Ricordate che non solo la carne è una fonte proteica, ma ci sono anche le proteine vegetali, ad esempio quelle che possiamo ricavare dei legumi. Oltre alle proteine è bene fare attenzione anche ai carboidrati, preferendo quelli a basso indice glicemico e riducendo il consumo di zuccheri semplici. Per quanto riguarda i grassi è, inoltre, importante sapere che non sono banditi del tutto, anzi, i grassi vegetali hanno anche funzioni importanti per l’organismo. Alcuni esempi di grassi sani? L’olio di oliva e la frutta secca, ricca tra l’altro anche di vitamina E e B.


Il pilates fa dimagrire? I benefici che si ottengono dopo 1 mese di allenamento

Perché soffriamo di alluce valgo? Ecco le cause e i sintomi da tenere d’occhio