Adriana Peluso contro Luca Di Tolla, scontro in tribunale tra gli ex gieffini: ecco perché

Adriana Peluso e Luca Di Tolla, ex concorrenti del GF 12, sono arrivati allo scontro in tribunale dopo alcune dichiarazione di lei al giornale Vip.

Adriana Peluso e Luca Di Tolla, ex concorrenti del Grande Fratello nel corso dell’edizione 2011-12, sono finiti in tribunale, dopo che lui ha denunciato lei per diffamazione. La Peluso, infatti, nel corso di un’intervista con la rivista Vip avrebbe dichiarato che Di Tolla non ammetterebbe di essere gay, un’affermazione che sarebbe costata molto al personal trainer, guardato ora con perplessità e sospetto nei contesti in cui lavora e opera. Denunciate anche le giornaliste Rachele Cerelli e Giorgia Maria Cipra, che hanno raccolto l’intervista.

Adriana Peluso contro Luca Di Tolla: “Erano solo dei gossip!”

Adriana Peluso
FONTE FOTO: FB_Adriana_Peluso

Queste le parole di Di Tolla: “Non sono gay. La persona che ha rilasciato l’intervista ha cercato solo un momento di notorietà. E la divulgazione di queste notizie sul giornale mi ha creato disagi nella vita sociale e nel lavoro. Sono un personal trainer e quando vado in palestra mi guardano tutti con un certo sospetto quando andiamo a fare la doccia”. 

Anna Provenza, l’avvocato della Peluso, ha difeso la sua cliente, sostendendo che le dichiarazioni sono state fatte: “…in un contesto di gossip per cui anche i pettegolezzi tra di loro, dentro e fuori la casa del Grande Fratello, facevano parte di un sistema che lui doveva conoscere”.

L’articolo al centro della bufera è il seguente, in cui Adriana ha fatto riferimento all’ex fidanzata di Luca, Enrica Saraniti, anche lei concorrente del Grande Fratello: “Dal momento che nessuno le ha fatto fare la prima donna si è buttata su Luca, che è gay. Non lo dico per scherzare, fonti attendili molto vicine a Luca l’hanno visto a Salerno in atteggiamenti intimi insieme ad un ragazzo. La loro coppia è pura finzione, persino Enrica  diceva che lui è gay, certo questo non sarebbe un problema ma lui continua a negarlo e a giocare”.