Qual è la temperatura giusta dell’acqua calda sanitaria per risparmiare in bolletta? Vediamo il range da rispettare per l’inverno.

Le temperature si sono abbassate e gli italiani stanno iniziando a pensare a tutti gli accorgimenti da mettere in atto per contrastare il caro bollette. Per quel che riguarda l’acqua calda sanitaria, è possibile risparmiare qualche euro impostando la corretta temperatura: scopriamo qual è il range da rispettare.

Acqua calda: la temperatura da impostare per risparmiare in bolletta

L’acqua calda sanitaria è quella che esce dai rubinetti o dalla doccia quando ci laviamo. In vista della stagione invernale e dei prezzi di gas ed energia che sono alle stelle, vale la pena dare uno sguardo a tutti i consigli possibili e inimmaginabili per risparmiare. Secondo l’Ente Nazionale per le Energie Alternative (ENEA) con un semplice accorgimento sulla temperatura dell’acqua è possibile mettere da parte qualche soldo a fine mese.

Nello specifico, la temperatura ideale per l’acqua sanitaria è compresa tra i 45° e i 55° gradi. Questo significa che se decidessimo di rimanere in questo range risparmieremo qualche euro in bolletta. Non solo, otterremo anche dei benefici per la pelle – visto che l’acqua troppo calda apporta diversi effetti negativi all’epidermide – e qualche agevolazione per quel che riguarda la manutenzione degli impianti.

E’ bene sottolineare che tenere l’acqua calda sanitaria ad una temperatura sopra i 55° è controproducente perché richiede l’utilizzo di acqua fredda per miscelarla e farla diventare tiepida. Questa procedura, anche se molti non lo sanno, è dispendiosa e fa salire il costo della bolletta.

Risparmi in bolletta, non solo la temperatura dell’acqua: gli altri accorgimenti

Ovviamente, i risparmi in bolletta non sono dati solo dalla temperatura dell’acqua sanitaria. Ci sono altri accorgimenti da tenere a mente per uscire indenni dall’invernata 2022/2023. Innanzitutto, è consigliato diminuire i tempi che impieghiamo per fare la doccia, nonché il numero delle ‘abluzioni’ quotidiane. Altro consiglio importante riguarda il lavaggio dei piatti e dei panni, da fare con il minor spreco di acqua possibile e in orari non considerati ‘di punta’. Soltanto seguendo e sommando questi piccoli trucchi è possibile risparmiare qualche centinaio di euro all’anno.

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 21-09-2022


Milano, aperto il Museo dei sognatori: le installazioni gridano “Never stop dreaming”

Cosa vuol dire sognare un terremoto?