Acari: come combatterli con rimedi naturali

Gli acari, piccolissimi organismi  che si annidano nella polvere, spesso causano allergie. Ecco come prevenirli con alcuni semplici consigli

chiudi

Caricamento Player...

Piccolissimi ed invisibili ad occhio nudo, gli acari vivono in ambienti diversissimi, li troviamo sia nelle piante che negli animali, ma anche nella polvere di casa, nei materassi, nei tappeti, tutti luoghi che possono fornire loro una fonte di cibo e di riparo. Non pungono ma possono provocare allergie respiratorie, si riproducono molto velocemente e se è quasi impossibile eliminarli definitivamente, possiamo invece provare almeno a prevenirli o a ridurre la loro presenza. In commercio ci sono molti prodotti chimici ma anch’essi spesso hanno controindicazioni, quindi possiamo chiedere aiuto ad alcuni rimedi naturali.

Scopriamo quali sono i rimedi naturali per combattere gli acari

Innanzi tutto, dobbiamo fare attenzione al tasso di umidità degli ambienti domestici, se è troppo elevato, potrebbe contribuire allo sviluppo degli acari, quindi sarebbe bene utilizzare un deumidificatore o avere l’accortezza di aerare le stanze.

Un altro accorgimento utile è quello di lavare cuscini e lenzuola ad alta temperatura, almeno una volta alla settimana. Ma ecco cosa possiamo usare per difenderci da questi parassiti.

Bicarbonato: questo prodotto ha molti utilizzi in casa ed è stato provato che cospargendo su moquette e tappeti un po’ di bicarbonato e facendolo agire per un paio d’ore, dopo aver passato l’aspirapolvere si ha una riduzione notevolissima degli acari, anche fino al 100% e addirittura anche le loro uova vengono quasi del tutto eliminate.

Potete anche sciogliere in acqua un po’ di bicarbonato per creare una soluzione in cui immergere i tessuti quali cuscini o federe. Potete anche aggiungere qualche cucchiaio di bicarbonato in lavatrice.

Essenza di tea tree: questo olio essenziale è molto efficace contro gli acari. Possiamo diluirlo in un contenitore con diffusore spray e nebulizzare il liquido ottenuto sulle superfici da trattare, poi far asciugare bene il tutto al sole.

Si possono anche utilizzare semplici bustine di tè, lasciate in infusione nel contenitore per qualche minuto. Non buttate via la bustina di tè bagnata, aspiratela con l’aspirapolvere e lasciatevela per due settimane, aiuterà a eliminare i parassiti al suo interno.