A cosa serve il borotalco

Che cos’è e quale scopo ha

chiudi

Caricamento Player...

Che cos’è esattamente il borotalco? Si tratta di una polvere minerale estratta in natura, risultata dall’interazione tra polvere di talco e acido borico. La prima è antitraspirante e sbiancante, mentre il secondo componente è lenitivo e antisettico. A cosa serve il borotalco? Tendenzialmente, ad addolcire la pelle dopo un bagno o una doccia per renderla morbida, profumata e asciutta. In che modo esattamente avviene tutto questo? Scopriamolo insieme in questa guida sul borotalco.

Composizione e proprietà

I principali benefici del talco derivano dall’acido borico, che ha capacità assorbenti. Tale componente è indicato soprattutto per la pelle dei bambini, perché è delicato e non aggressivo. E infatti, uno degli usi del borotalco è la cura della pelle dei neonati dopo il bagnetto. La sensazione ottenuta è di freschezza e pulizia, con un profumo tenue che a molti, infatti, ricorda proprio l’infanzia. In realtà oltre a polvere di talco e acido borico ci sono altri elementi: carbonato di magnesio, ossido di zinco contro le irritazioni, undecilenato di zinco contro le micosi. Ovviamente la composizione varia secondo le marche: possono esserci anche lavanda e menta, specie per rinfrescare i piedi.

A cosa serve il borotalco: benessere ma non solo

Abbiamo detto che il talco si usa dopo la doccia, perché assorbe l’umidità residua della pelle e il vapore acqueo. E che è perfetto per i bambini, per la pulizia ma anche le irritazioni da contatto. Il borotalco infatti è un lubrificante secco e riduce rossori e bruciori con una leggera frizione. Eppure, ha anche altri usi: per esempio stermina le formiche, con un’applicazione sulla loro tana o il percorso che seguono. Agisce inoltre contro le macchie d’olio sui vestiti. Bastano due ore di posa per poi passare un panno umido sull’alone rimasto. Serve una dose cospicua, ma almeno il capo d’abbigliamento sarà salvo!