50 Best Restaurants 2022 elegge il miglior ristorante al mondo: sul podio c’è la Danimarca, mentre l’Italia è presente nella top ten.

Anche quest’anno abbiamo il vincitore del 50 Best Restaurants 2022: il miglior ristorante al mondo è in Danimarca. L’Italia è presente in classifica con sei locali piuttosto rinomati, alcuni dei quali sono riusciti ad entrare nella top ten. Vediamo chi sono gli chef nostrani che sono stati in grado di conquistare una giuria internazionale.

50 Best Restaurants 2022: il miglior ristorante al mondo è danese

The World’s 50 Best Restaurants, ovvero la classifica che elegge i cinquanta ristoranti migliori del mondo, ha il suo vincitore. La cerimonia, andata in scena a Londra, è stata presentata dall’attore Stanley Tucci. A conquistare la prima posizione, per volere di una giuria composta da oltre mille esperti internazionali nel settore dell’alta ristorazione e della gastronomia della The World’s 50 Best Restaurants Academy, è stata la Danimarca. Il miglior ristorante del mondo e d’Europa è il Geranium di Copenaghen, guidato dallo chef Kofoed. Quest’ultimo, proprio recentemente, ha deciso di non utilizzare più la carne, offrendo ai suoi ospiti una nuova cucina, che ha lo scopo di “risvegliare i sensi“.

La seconda posizione è stata conquistata dal Central di Lima, mentre al terzo posto troviamo il Disfutar di Barcellona. La 50 Best Restaurants 2022 vede in classifica anche alcuni ristoranti italiani, sei per l’esattezza. Tra i migliori ristoranti al mondo, otto sono situati nel Sud America e sette in Asia. Una new entry da segnalare è il Fyn di Cape Town, che ha conquistato la 37esima posizione.

I ristoranti italiani presenti in classifica

I sei ristoranti italiani che sono riusciti ad entrare nella 50 Best Restaurants 2022 sono: Lido 84 di Gardone Riviera (Brescia) guidato dallo chef Riccardo Camanini (ottava posizione), Calandre di Rubano (Padova) dello chef Massimiliano Alajmo (decimo posto), Uliassi di Senigallia dello chef Mauro Uliassi (12esimo posto), Reale a Castel di Sangro (L’Aquila) dello chef Niko Romito (15°), Piazza Duomo di Alba (Cuneo) dello chef Enrico Crippa (19°) e il St. Hubertus dell’Hotel Rosa Alpina a San Cassiano dello chef Norbert Niederkofler (29°).

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 19-07-2022


Covid, perché Omicron 5 si diffonde anche con il caldo: Rt tra il 15 e il 17

Gioconda: nuove ipotesi su chi potrebbe essere la donna dipinta da Leonardo Da Vinci