Cicloturismo: la Ciclovia del Volturno

La Ciclovia del Volturno è stata voluta dall’Associazione MTB & Trekking Volturno.

chiudi

Caricamento Player...

La Ciclovia del Volturno parte dalle sorgenti del Volturno in Molise, a 567 metri sul mare, e arriva fino a Capua, in Campania.
È un percorso senza particolari difficoltà tecniche: prevalentemente pianeggiante, ha solo alcuni dislivelli ma decisamente accessibili. Non presenta piste ciclabili o corsie dedicate, ma il poco traffico di queste zone permette un’accessibilità ottimale anche in bici.

La Ciclovia del Volturno

La ciclovia parte da Isernia, nel Parco Nazionale d’Abruzzo. Si inizia una stradina sterrata che costeggia il fiume Volturno, si passa accanto agli scavi archeologici di Castel San Vincenzo e si prosegue tra campi erbosi fino a incontrare un guado. Si ritorna su strada asfaltata passando per i paesi di Cartiera, Pizzone e Cerro al Volturno.

Da Petrara e Valloni parte una stradina non asfaltata di circa sei chilometri fino al paese di Colli al Volturno. Si attraversa la diga di Ripaspaccata e si passa attraverso il Ponte dei Venticinque Archi, raggiungendo così il bacino Enel di Capriati al Volturno e il Ponte del Re.

La ciclovia del Volturno prosegue e arriva alla SS 85 Venaframa, dopodiché, proseguendo per le stradine, si arriva a Vairano, dove si possono trovare diversi servizi bike friendly per una sosta. Si prosegue poi per i paesi di Raviscanina, S’Angelo d’Alife e Alife, Gioia Sannitica e Castel Campagnano.

Arrivati al Ponte Romano sul Volturno di Capua, termina la ciclovia.

I dati tecnici della Ciclovia del Volturno

Partenza: Rocchetta al Volturno (IS): loc. sorgenti del Volturno 567 m s.l.m.
Arrivo: Capua (Caserta) 28 m. s.l.m.
Lunghezza: 144,500 Km
Altitudine max.: 615 m s.l.m.
Dislivello totale: in salita 492 m; in discesa 1106 m
Tempo di percorrenza: almeno 2, un week-end
Fondo stradale: asfalto + sterrato
Segnaletica: presente segnaletica verticale
Difficoltà: medio-facile