Pechino Express: cosa è sucesso nella puntata del 17 ottobre?

Pechino Express: cosa è sucesso nella puntata del 17 ottobre?

Pechino Express: cosa è sucesso nella puntata del 17 ottobre?

Ieri sera è andata in onda un’altra puntata di Pechino Express: questa volta la tappa era eliminatoria e sono usciti gli…

chiudi


E’ stata la coppia degli Innamorati a vincere la sesta tappa di Pechino Express, dopo aver rischiato l’eliminazione dall’adventure game più volte. Non ce l’hanno fatta invece gli Emiliani, che sono stati eliminati. Anche in questa puntata, ovviamente, non sono mancati i colpi di scena e le discussioni. Tra le sorprese, Valerio Scanu che ha partecipato insieme alla coppia degli Spostati: il cantante è stato assegnato come “zavorra” perché giunti ultimi nella precedente tappa. Non sono mancate le scintille: la donna ha richiamato in diverse circostanze il cantante, apostrofandolo come una palla al piede.

Tina Cipollari ci ha regalato come al solito momenti di ilarità

Cristina Bugatty si è lasciata andare ad alcune affermazioni piuttosto piccanti. L’oggetto del “desiderio” era il prete che li ha ospitati: alla concorrente pare sarebbe piaciuto vedere il sacerdote nudo per giudicare il suo fisico.

L’opinionista di Uomini e Donne però ci ha fatto sorridere: si è fermata in un negozio e ha cercato di farsi regalare un paio di stivali, ma il commerciante non ha mollato, e la donna ha dovuto demordere.

Tina, qualche giorno fa, ha rilasciato un’intervista a Gossip e Tv, elogiando lo scrittore Simone Di Matteo:

“Sono cambiata, ho superato diverse paure. In Italia non siamo abituati al sacrificio, lì ho imparato che tante cose sono superflue. In quei paesi ho visto che la gente, anche non avendo niente, è sempre sorridente.

I primi giorni sono stati i i più duri perché non avevamo soldi, non conoscevamo la lingua, avevamo tanta fame e non era facile cercare un alloggio. Poi, col tempo, ci siamo abituati ed è stato meno faticoso. Ho scoperto la grande pazienza di Simone nei miei confronti. Io molte volte me la prendevo con lui.

Lui, poverino, ha mandato giù tutti questi amari bocconi”.