Zona gialla in Italia: le nuove regole introdotte dopo l’arrivo del super Green Pass, la certificazione da ottenere solo con vaccino o guarigione.

La risalita dei contagi ha fatto ritornare l’incubo zona gialla in gran parte dell’Italia. Ma cosa cambia dalla zona bianca a quella colorata, specialmente dopo l’introduzione del super Green Pass dello scorso 6 dicembre? La restrizione principale riguarda l’obbligo di mascherina anche all’aperto. Una regola che vale per tutti, sia per chi non ha alcun Green Pass, sia per chi invece ha ottenuto il super Green Pass dopo il vaccino. Quali sono tutte le altre regole, valide almeno fino al 15 gennaio, quindi per tutto il periodo di festa? Facciamo un breve riepilogo.

Regole in zona gialla: le novità con il super Green Pass

Come già anticipato, la mascherina resta obbligatoria sia al chiuso che all’aperto. Per quanto riguarda i mezzi pubblici, anche in zona gialla serve possedere un qualunque Green Pass, anche quello standard. Nemmeno i ragazzi con più di 12 anni possono utilizzare i trasporti pubblici senza certificazione.

Clienti al bar con mascherina
Clienti al bar con mascherina

In zona gialla non è invece ancora richiesto alcun tipo di Green Pass per salire in taxi o in auto con conducente. Per andare al lavoro sono invece necessarie certificazioni di qualunque tipo. Diverso il discorso per quanto riguarda il caffè al bar e i ristoranti. Nel primo caso, sia in zona bianca che gialla si può prendere un caffè al bancone e sedere all’aperto anche senza Green Pass base. In zona arancione si entra invece solo con il super Green Pass. I ristoranti sono invece vietati a chiunque non sia in possesso di certificazione sia in zona bianca che in zona colorata.

Zona gialla: le nuove regole

Cambiano le cose anche per quanto riguarda gli alberghi. Dal 6 dicembre è necessario il Green Pass per poter pernottare in hotel e per poter usufruire dei servizi interni come la piscina e la spa. Restano aperti in zona gialla gli impianti di sci, i negozi e anche i parrucchieri, così come i centri commerciali.

Le università possono invece essere frequentate, in tutte le zone, solo con il Green Pass, di qualunque tipo. Stesso discorso per palestre e piscine, oltre che per gli spogliatoi dei centri sportivi. Per andare al cinema, al teatro e ai concerti fino al 15 gennaio è necessario il Green Pass rafforzato, mentre per musei e mostre basta quello standard.

Capitolo feste. Per quelle legate a cerimonie religiose basta qualunque tipo di certificazione, mentre per quelle normali è necessario il super Green Pass. Almeno il tampone resta invece necessario per concorsi, centri benessere e sale giochi. Per tutte le altre regole consulta il sito del ministero della Salute.

Riproduzione riservata © 2022 - DG

coronavirus

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 21-12-2021


Solstizio d’inverno 2021: arriva la notte più lunga dell’anno

Con o senza Green Pass? Ecco tutte le regole in zona arancione