WHITE Man and Woman: tutti numeri dell’edizione di Gennaio 2016

chiudi

Caricamento Player...

White Man and Woman conferma dunque con i numeri il successo di una formula che abbina, nella stessa area espositiva, le ultime novità delle collezioni maschili più innovative con le preview donna dell’autunno- inverno 2016/17.

WHITE con l’inserimento delle pre-collezioni donna supera quota 5.000 top buyer, su un totale di 7.000 visitatori. Significativo l’incremento dei compratori internazionali cresciuti del +22% rispetto all’edizione di Gennaio 2015.

Nell’edizione che si è conclusa lunedì 18 gennaio scorso, al salone di via Tortona 27 e 54 la presenza dei compratori italiani e stranieri è cresciuta del 22% rispetto a gennaio 2015. In testa alla classifica delle presenze svettano gli orientali provenienti da Giappone, Corea e Cina.

Con i suoi 233 espositori spalmati in 13mila metri quadrati, White ha raddoppiato il numero di aziende con le sole collezioni donna nell’area Only Woman (40 espositori del calibro di Mes Demoiselles, Garpart e Maurizio Pecoraro), inaugurando una nuova area sportswear W.S.016 (20 espositori tra cui Nonconformist, Superga, LC23 e Kappa) e varando una nuova collaborazione per la sezione WOW (White On Web) by Highsnobiety con Luisaviaroma.com che ha coinvolto 10 aziende tra le quali Blood Brother, Soulland e GCDS.

Altre due aree, La Tradizione, il Valore il Bello hanno accesso i riflettori sul lavoro di 21 artigiani divisi in due sezioni: Training & show con 16 aziende che fanno capo a Cna Federmoda e Exibition con cinque interpreti dell’antica ars sutoria italiana. Significativa la presenza di marchi che hanno svelato le loro nuove proposte men and woman come Angelosergio Santoni, Peter Non e Maurizio Miri. Hanno presentato le loro proposte esclusivamente menswear marchi del calibro di Barracuda, Thom Krom, Kuro e CBS London.

Dopo il successo dell’anno scorso, Lancia è nuovamente partner di White con una speciale esposizione della Ypsilon unconventional, personalizzata dall’artista Erika Calesini, che per questa edizione ha utilizzato borchie black and white firmate Ramponi.

“La collaborazione con White – commenta Antonella Bruno – responsabile del brand Lancia per la regione EMEA, ribadisce la forte propensione al dialogo con il mondo della creatività e l’attenzione ai nuovi linguaggi.

L’assessore alla Moda del Comune di Milano Cristina Tajani, ha recentemente enfatizzato l’appeal internazionale della città e il ruolo di White durante le fashion week dichiarando:

“Saloni come questo portano a Milano fino a oltre 20mila visitatori e quindi un turnover di affari e di turismo che per la città è estremamente importante”.

Massimiliano Bizzi, fondatore di WHITE, ha dichiarato:

“Il sistema fieristico della moda italiana si sta imponendo con numeri importanti anche sotto il profilo qualitativo. White rappresenta la realtà di innovazione e ricerca che, puntando anche sulle pre-collezioni donna riesce a raggiungere risultati sempre più significativi” 

Mario Dell’Oglio, presidente della Camera Italiana Buyer Moda, ha dichiarato:

“In una settimana della moda milanese effervescente e ricca di proposte di altissimo livello: White si colloca tra gli eventi più significativi. Forte di un’offerta dedicata ai piccoli ma selezionati produttori menswear con la loro personale interpretazione del contepraneo, , dobbiamo al salone di via Tortona la chance di esporre le pre-collezioni donna per l’autunno-inverno 2016/17, permettendo ai buyer una panoramica strategica per le nostre scelte”.