Vittorio Sgarbi, espluso dal Parlamento, insulta Mara Carfagna

Incredibile in Parlamento: Sgarbi portato fuori di peso. E quegli insulti alle donne…

Vittorio Sgarbi è stato sollevato e trascinato di peso fuori da parlamento mentre insultava la vicepresidente e le donne.

Una scena incredibile si è consumata in Parlamento e il protagonista è Vittorio Sgarbi. Dopo essere stato espulso dalla vicepresidente Mara Carfagna il politico si è rifiutato di uscire dall’aula di Montecitorio e sono dovuti intervenire degli addetti per trascinarlo fuori di peso. Alcuni membri del Parlamento lo hanno filmato e una seduta politica si è trasformata in uno show trash. Anche perché, mentre veniva trascinato fuori, il critico d’arte ha pronunciato parole irripetibili a Mara Carfagna e non solo.

Sgarbi trascinato fuori dal Parlamento

Non voleva proprio uscire dall’aula Vittorio Sgarbi, per questo sono dovuti intervenire 4 commessi di Montecitorio e trascinarlo fuori di peso. Due lo hanno preso per le braccia e due per i piedi mentre tutto il parlamento urlava “Vergogna”, qualcuno filmava l’accaduto e la vicepresidente Mara Carfagna esprimeva la sua delusione.

VITTORIO SGARBI
VITTORIO SGARBI

“Ha trasformato quest’Aula in uno show – ha commentato la Carfagna -, parolacce anche alle donne”. Infatti mentre veniva portato via il politico non le ha mandate a dire e ha urlato contro la Carfagna insulti pesanti e tipici del personaggio come “Va******lo”, “St***za” e “T***a”.

Molti politici non hanno potuto tacere e, dopo aver condiviso il video sui social, hanno commentato la scena. Come ha fatto ad esempio il deputato di ItaliaViva, Marco Di Maio, con un post su Twitter o la deputata PD Patrizia Prestipino.

Perché Sgarbi è stato espulso?

Perché è stato espulso? Pare che durante il suo intervento Vittorio Sgarbi abbia insultato e mancato di rispetto ad alcune donne presenti in aula tra cui il vicepresidente Carfagna e la deputata di Forza Italia Giusy Bartolozzi. Questo atteggiamento offensivo è costato a Sgarbi l’espulsione dalla seduta ma lui non ha sentito ragioni: non voleva lasciare l’aula e, prima di essere trascinato via, si è seduto prima tra i banchi di Fratelli D’Italia e poi della Lega.

7 minuti al giorno per un corpo da favola! Scarica QUI la scheda.

ultimo aggiornamento: 26-06-2020

X