Terzo ristorante di lusso migliore al mondo, a Villa Crespi l’alta cucina si paga e si spendono almeno 150 euro a persona.

Ha conquistato il terzo posto nella classifica dei migliori ristoranti di lusso al mondo stilata da “Tripadvisor Travelers’ Choice Restaurants 2019”. Villa Crespi di chef Antonino Cannavacciuolo offre servizio, location e menù degni di nota o, meglio, degni della sua doppia stella Michelin, delle tre forchette Guida Gambero Rosso e dei quattro cappelli Guida Espresso.

A Villa Crespi il genio dello chef

Il ristorante si trova a Orta San Giulio, in Piemonte, e rappresenta sì un luogo in cui mangiare bene, ma è anche una sorta di carta d’identità: ogni piatti è, infatti, studiato da chef Antonino e rappresenta una scoperta culinaria del genio creativo dello stesso Cannavacciuolo.

Ecco chi è Antonino Cannavacciuolo, artista dei fornelli anche volto noto di “Masterchef”. E qui la storica location della dimora Villa Crespi, datata 1879:

Un’occhiata al menù di Villa Crespi

Ma quanto costa un passaggio al tavolo di Villa Crespi? E cosa offre il suo menù? Ebbene, ci sono vari menù degustazione.

Il Carpe Diem: gamberi, tartare di mozzarella, puntarelle, cime di rapa; plin di anatra, zuppetta di fegato grasso, latte di bufala; baccalà, baccalà, baccalà oppure testacoda di manzo. Pre-dessert e dessert. Costo? 150 euro a persona.

Qui una delle novità invernali di Villa Crespi, la ricciola in crosta di pane, cime di rapa e salsa all’aglio:

L’Itinerario dal Sud al Nord Italia: scampi di Sicilia alla “pizzaiola” in acqua di polpo; come primo, linguina di Gragnano, con calamaretti e salsa al pane di segale; il pesce con la triglia, melanzana e provola affumicata e piccione, fegato grasso al grué di cacao, con tanto di salsa al Banyuls. Pre-dessert e dessert. Prezzo? 190 euro a persona.

Per piatti “sfusi”, qualche voce nel menù: antipasto lumache novaresi, rapa bianca, bagnetto verde (60 euro), primo piatto riso Carnaroli, burro, salvia e aringa affumicata (50 euro); pesce rombo, spinaci, zucca e nocciole (60 euro); carne quaglia, scampo, veli di ostrica (60 euro); dolce, sfera di bonet
(25 euro).

Ecco i pasta e fiori:

Spazio ai vini, che provengono dalla ricca e pregiata cantina dalle 1.800 etichette. Degustazione vini “Carpe Diem” 70 euro per persona. Invece, degustazione vini “da Nord a Sud” 90 euro per persona.

Fonte foto: https://www.instagram.com/villacrespi/?hl=it

Scopri le regole da seguire in caso di contatti stretti con persone positive al Covid 19


Renzo Piano crea nel carcere di Rebibbia ‘La casa dell’affettività’ per le detenute e i loro familiari

Cosa significa avere Saturno contro?