Terzo ristorante di lusso migliore al mondo, a Villa Crespi l’alta cucina si paga e si spendono almeno 150 euro a persona.

Ha conquistato il terzo posto nella classifica dei migliori ristoranti di lusso al mondo stilata da “Tripadvisor Travelers’ Choice Restaurants 2019”. Villa Crespi di chef Antonino Cannavacciuolo offre servizio, location e menù degni di nota o, meglio, degni della sua doppia stella Michelin, delle tre forchette Guida Gambero Rosso e dei quattro cappelli Guida Espresso.

A Villa Crespi il genio dello chef

Il ristorante si trova a Orta San Giulio, in Piemonte, e rappresenta sì un luogo in cui mangiare bene, ma è anche una sorta di carta d’identità: ogni piatti è, infatti, studiato da chef Antonino e rappresenta una scoperta culinaria del genio creativo dello stesso Cannavacciuolo.

Ecco chi è Antonino Cannavacciuolo, artista dei fornelli anche volto noto di “Masterchef”. E qui la storica location della dimora Villa Crespi, datata 1879:

Un’occhiata al menù di Villa Crespi

Ma quanto costa un passaggio al tavolo di Villa Crespi? E cosa offre il suo menù? Ebbene, ci sono vari menù degustazione.

Il Carpe Diem: gamberi, tartare di mozzarella, puntarelle, cime di rapa; plin di anatra, zuppetta di fegato grasso, latte di bufala; baccalà, baccalà, baccalà oppure testacoda di manzo. Pre-dessert e dessert. Costo? 150 euro a persona.

Qui una delle novità invernali di Villa Crespi, la ricciola in crosta di pane, cime di rapa e salsa all’aglio:

L’Itinerario dal Sud al Nord Italia: scampi di Sicilia alla “pizzaiola” in acqua di polpo; come primo, linguina di Gragnano, con calamaretti e salsa al pane di segale; il pesce con la triglia, melanzana e provola affumicata e piccione, fegato grasso al grué di cacao, con tanto di salsa al Banyuls. Pre-dessert e dessert. Prezzo? 190 euro a persona.

Per piatti “sfusi”, qualche voce nel menù: antipasto lumache novaresi, rapa bianca, bagnetto verde (60 euro), primo piatto riso Carnaroli, burro, salvia e aringa affumicata (50 euro); pesce rombo, spinaci, zucca e nocciole (60 euro); carne quaglia, scampo, veli di ostrica (60 euro); dolce, sfera di bonet
(25 euro).

Ecco i pasta e fiori:

Spazio ai vini, che provengono dalla ricca e pregiata cantina dalle 1.800 etichette. Degustazione vini “Carpe Diem” 70 euro per persona. Invece, degustazione vini “da Nord a Sud” 90 euro per persona.

Fonte foto: https://www.instagram.com/villacrespi/?hl=it

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - DG

MasterChef

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 20-12-2019


Renzo Piano crea nel carcere di Rebibbia ‘La casa dell’affettività’ per le detenute e i loro familiari

Cosa significa avere Saturno contro?