L’attore protagonista di Love is in the Air racconta a Silvia Toffanin tutto quel che ha dovuto passare per arrivare al successo.

Secondo ospite della puntata di oggi di Verissimo è Kerem Bürsin, attore turco protagonista della serie Love is in the Air su Canale 5. Già vi abbiamo anticipato qualcosa qui in merito alla sue dichiarazioni e, soprattutto, alla sua freschissima storia d’amore con la collega Hande Ercel.

Oggi vogliamo soffermarci sul percorso di vita dell’attore, che l’ha portato oggi a raggiungere il successo. “Non mi aspettavo questo successo in Italia, l’aspetto positivo è che tutte le forme di arte non hanno barriere imposte dalla lingua: è fantastico che un programma turco sia famoso in Italia!”. L’attore dunque è estremamente emozionato nel vedere l’amore dei fans e ringrazia con affetto tutti.

Successivamente Bürsin passa all’ argomento famiglia: “Mio padre lavora nel settore pretrolifero: dove fosse il petrolio ci trasferivamo. Per me, che ero bambino, era difficile, ma pensavo che tutti facessero questo tipo di vita. Quando l’ho realizzato, divenne più difficile. Provi a stabilire legami e poi te ne devi andare.” Il lato positivo della vicenda però è che la famiglia dell’attore è sempre stata molto unita. In particolare, Bürsin è molto affezionato alla mamma: “Mia mamma è speciale: invece di stare seduta a casa, faceva volontariato, aiutava i bambini e i malati di cancro: abbiamo imparato che donare alle persone meno privilegiate è molto importante“.

L’attore è anche molto legato al nonno: “Aveva tantissima voglia di imparare, era un’anima giovane. Per lui tutto era sempre la prima volta, fino ai suoi ultimi anni di vita. Che senso ha la vita se si smette di imparare?”

Parlando della sua strada nel diventare attore, Bürsin ha dovuto svolgere tre diverse professioni, ma il ragazzo ha imparato a cogliere comunque il lato positivo: “La cosa più importante è il percorso: avevo tre lavori, ma la cosa più interessante di tutto è che con la recitazione qualsiasi cosa riguardi il mondo artistico è tutto un grande se. Ciò che contava per me non era il risultato finale ma il godermi il viaggio, perchè quando hai finito di correre, inizi a sentire la mancanza di quando dovevi lavorare sodo”.

A proposito del suo papà invece, l’attore ha sottolineato: “E’ stato mio papà a farmi laureare: è stata la decisione giusta. Mio papà non voleva che facessi l’attore, mia mamma faceva il tifo per me e diceva che doveva ascoltare ciò che diceva il mio cuore” Nonostante tutto, il papà di Bürsin è felice… forse! A tal proposito, l’attore racconta: “Tutti noi moriremo, perchè non dovrei fare ciò che voglio! Mio papà sa che io sono felice ed è felice anche lui!”.

A Bürsin pare inoltre stia molto a cuore il tema dell’eguaglianza di genere: “Il mondo in cui viviamo è ingiusto: nessun uomo saprà mai come ci si sente ad essere donna in vari Paesi del mondo, in quanto pensano a tante cose, ad esempio come vestirsi quando è buio. Le donne non son venute dallo spazio, questo è il nostro mondo. Come qualcuno che può influenzare, è giusto poterne parlare.”

Avete seguito la sua intervista?

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

ultimo aggiornamento: 25-09-2021


“È stata una favola”, Diletta Leotta parla a Verissimo della rottura con Can Yaman

Antonio Spinalbese sul vaccino anti Covid: “A me ha fatto bene”