São Tomé e Principe: turismo e bellezze dell'isola africana

São Tomé e Principe: il paradiso incontaminato del cacao apre al turismo

São Tomé e Principe: un viaggio ai confini del mondo tra foreste tropicali, spiagge mozzafiato e gustosissimo cioccolato biologico.

São Tomé e Principe, lo stato africano che ospita al suo interno l‘isola di São Tomé si sta, a poco a poco, aprendo al turismo. Ciò, tuttavia, senza dimenticarsi di preservare le tradizioni e la cultura caratteristiche.

São Tomè e Principe rappresenta una meta ideale per coloro che desiderano trascorrere del tempo lontano dalla frenesia del mondo occidentale. A caratterizzare l‘esperienza del turista in questo angolo di mondo, il contatto con la natura che vive ancora secondo i suoi ritmi.

São Tomé e Principe, il clima: ecco quando è meglio andare

São Tomé e Principe è caratterizzato da un clima tipicamente equatoriale con piogge molto frequenti e forti in alcuni periodi dell’anno. Le temperature, tuttavia, non scendono mai sotto i 20 gradi. L’alto tasso di umidità che interessa le isole, però, rende necessario scegliere con cura il periodo in cui fare loro visita.

Fonte Foto:https://www.facebook.com/saotomeitalia/?tn-str=k*F

Il periodo migliore è, senza dubbio, quello che va da maggio a settembre, la cosiddetta stagione secca con piogge rare e scarso tasso di umidità. Non male neppure il periodo da marzo a maggio con temperature ottime per bagni di sole e nell’oceano.

Da evitare, invece, i mesi da ottobre ad aprile a causa del clima umido con piogge molto frequenti e temperature particolarmente elevate: si tratta, infatti, della cosiddetta stagione delle piogge. Per coloro che, diversamente, fossero interessati a visitare l’arcipelago per gite culturali, escursioni e trekking il periodo consigliato va da giugno a settembre.

São Tomé e Principe: cosa visitare

São Tomé e Principe, antica colonia portoghese, è conosciuta per la qualità del suo cacao. A caratterizzare il territorio un background culturale molto ricco. A combinarsi in un mix straordinario sono la tradizione africana, portoghese e la cultura santomina.

Da non lasciarsi sfuggire il Tchiloli , una forma di teatro che vede come protagonisti solo uomini. Al centro la tragedia del marchese di Mantova e dell’imperatore Carlo Magno.

Suggestiva, inoltre, la visita al parco naturale Obo, un’ampia zona sud occidentale deputata alla conservazione di tutti i biotipi presenti sull’arcipelago. Tra questi le foreste, le mangrovie e l’unica savana di São Tomé.

Fonte Foto:https://www.facebook.com/ecolodgejale/?tn-str=k*F

L’acqua dal colore azzurro e la fauna con moltissime varietà di pesci, ne fanno una zona adatta alle immersioni subacquee e alla pesca a strascico. Vivamente consigliato un giro in barca tra le coste e le spiagge con sabbia bianca ma anche dorata e a tratti grigia.

Perché viene definito Il regno del cioccolato?

A caratterizzare il territorio sono le piantagioni (Roças) di cacao che traggono la loro linfa vitale dai fiumi che scorrono tra liane, alberi e piante esotiche. La coltivazione delle fave di cacao ha rappresentato, dopo l’indipendenza portoghese del 1975, la principale fonte di sostentamento dell’economia dell’isola.

Fonte Foto: https://www.facebook.com/profile.php

Il sapore del cioccolato è davvero autentico grazie alla particolare lavorazione. Le fave, dopo la tostatura, la pelatura e la macinazione, si trasformano in tavolette di puro cioccolato biologico:per il nostro benessere un vero toccasana.

Non solo cacao, l’arcipelago, infatti, ospita anche piantagioni di coprah, caffè e banane. Tra queste, le roças di Agua Izé di Monte Café (l’unica piantagione arabica dell’arcipelago). A questa si aggiungono quella di Bombain luogo meraviglioso per le sue cascate. Splendide anche quelle di Sundy e di Agostinho Neto a un chilometro da Guadalupa.

São Tomé e Principe è una meta ideale per staccare la spina e rigenerarsi. Un’ incredibile flashback a contatto con l‘essenza più pura della natura, delle sue pulsioni e della vita.

Fonte Foto: https://www.facebook.com/saotomeprin/?tn-str=k*F

ultimo aggiornamento: 16-03-2019

X