Al mattino si è più veri, per questo gli incontri a colazione stanno avendo molto successo: arriva la moda dei breakfast dating

Si può parlare di un ritorno dal virtuale al reale: in un mondo in cui aumentano i siti di incontri e i dialoghi sui social network, si sente sempre più il bisogno di ri iniziare a incontrarsi dal vivo, senza il filtro di uno schermo, per conoscersi sul serio. Solo così, si può conoscere davvero una persona e magari iniziare una relazione seria.

Dall’America arriva così la moda del Breakfast Dating, ovvero degli appuntamenti a colazione, sulla falsa riga degli Speed Dating. L’idea  si attribuisce a Julie Krafchick, fondatrice del sito di incontri 500 Brunches. Secondo lei, al mattino le persone sono più vere e oneste, e più propense a conoscersi davvero senza un immediato secondo fine, come potrebbe far pensare la classica cena a lume di candela.

In America sono già in molti ad utilizzare questo metodo per conoscere nuove persone e stanno nascendo in Europa siti ispirati a quello di Julie: a Edimburgo c’è il Sunday Brunch Club, in Francia sta iniziando ad avere successo il corrispettivo per appuntamenti di lavoro o scambio di idee, Les Petits Déjeuners Networking.

Anche in Italia l’idea piace: il primo a proporla è stato Nescafè in tour con i viaggi di ScuolaZoo, dove moltissimi giovani italiani si trovano per divertirsi insieme durante l’estate. Al mattino, viene proposto loro di mostrarsi al naturale e incontrarsi per colazione: si parla per cinque minuti, poi eventualmente si approfondisce la conoscenza o c’è la possibilità di cambiare partner.

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 22-11-2015


Come giocare a streap poker

Tra gli accessori per smartphone anche il sesso “fai da te”