Godere del massimo benessere a contatto con la natura: quando rilassarsi significa vivere un’esperienza multisensoriale che regala armonia.

Non si tratta solo di un modo di dire. Ricavare il massimo del benessere a contatto con la natura, non solo è possibile ma consigliabile. Siamo infatti costantemente in balia dello smog e del traffico cittadino per non parlare dello stress che ne deriva.

Staccare la spina, deve poter significare, rifugiarsi in un luogo incontaminato (o quasi) nel quale il nostro organismo possa depurarsi. A ciò si aggiungono, inoltre, i benefici che derivano a livello mentale. Tanto stress in meno e tanta serenità in più.

I trattamenti da godere all’aperto

Proprio per venire incontro all esigenze di coloro che vogliono trarre il massimo del benessere dal contatto con la natura, sono nate diverse tipologie di trattamenti. Ecco quali sono.

-Tree Hugging: Ovvero l’arte di abbracciare gli alberi. Di primo impatto potrebbe suonare strano ma, come sostenuto dagli antichi Celti, l’energia positiva emanata dagli alberi può aiutare a trovare un nuovo equilibrio. A riprova di ciò anche la scienza.

La stessa sostiene, infatti, che abbracciare gli alberi aiuti a curare le bronchiti ma anche a ridurre l’ipertensione arteriosa oltre ai problemi di insonnia. Si caratterizza, inoltre, come valido antidepressivo per le neo mamme.

-Massaggi all’aria aperta: Unite il piacere del massaggio all’effetto benefico di stare all’aria aperta. Il contatto con la natura, infatti, rallenta il battito cardiaco. A giocare un ruolo importante è, inoltre, l’olfatto.

Annusare il profumo di un prato verde, del mare o del lago a seconda dell’ambiente, esercita un effetto aromaterapico neppure lontanamente paragonabile a quello che si può trovare in qualsiasi centro benessere.

-Forest Therapy: Nata negli anni ottanta in Giappone, la Forest Therapy favorisce il sonno e diminuisce lo stress. Si tratta di un percorso benessere nel bosco.

A caratterizzare quest’ultimo massaggi fra gli alberi e l’uso di cosmetici a base di pino, cedro e altre erbe di origine alpina. Il tutto, naturalmente, percorrendo a piedi nudi i sentieri.

-Terme Naturali: Da nord a sud l’Italia è ricca di piscine naturali di acqua calda. La bella notizia è che se ne può usufruire in modo del tutto gratuito. Si trovano, in particolare, in Valtellina, Umbria, Toscana e Lazio. Molte altre, tuttavia, attendono di essere scoperte.

Il trekking del benessere: Immaginate di considerare la natura la vostra nuova palestra. In questa realtà a cielo aperto, potrete poi praticare lo sport o la disciplina più incline alla vostra persona. Yoga, shiatsu ma anche equitazione, il tutto seguito da un massaggio rigenerante naturalmente all’esterno.

Gli effetti della natura sul cervello

Sono davvero tanti ed importanti gli effetti esercitati dalla natura sul nostro cervello. Non sono da sottovalutare, in fondo si tratta di un modo molto piacevole di prendersi cura di se. Ecco i principali.

Miglioramento della memoria: La memoria a breve termine può essere incrementata addirittura del 20% camminando in mezzo alla natura o anche solo ammirando un’immagine o un paesaggio naturale.

Maggiore vitalità: Il contatto con la natura regala vitalità all’essere umano. Al contrario stare tra le quattro mura per lungo tempo rende tristi e apatici.

La scossa energetica che la natura sarebbe in grado di regalare è persino più forte di quella che potrebbe regalarci una tazza di caffè. L’effetto benefico ha ricadute positive anche a livello fisiologico. Coloro, infatti, che trascorrono più tempo all’aria aperta si ammalerebbero di meno.

Aumento della creatività: Il contatto con la natura prolungato nel tempo comporterebbe un aumento della creatività sino al 50%. Questo perché il soggetto all’interno di un ambiente naturale e quindi non contaminato dagli eventi improvvisi dei centri urbani, ritrova il contatto con la parte più intima di se riscoprendo anche la vena creativa.

-Miglioramento dei sintomi di demenza: Proprio per questo importante motivo è sempre più frequente la presenza di giardini all’interno delle cliniche specializzate.

Ciò, infatti, eviterebbe l’uso di farmaci. Gli spazi verdi avrebbero non solo il merito di tranquillizzare i pazienti ma anche di stimolarli dal punto di vista sensoriale stimolando il riaffiorare dei ricordi.

Se siete alla sua ricerca, ritrovate il benessere a contatto con la natura. Vi troverete a vivere un’esperienza totalizzante con effetti benefici a corpo e mente.

Fonte Foto:https://pxhere.com/it/photo/1436281

Scopri quello che c'è da sapere sul dimagrimento... potresti rimanere sorpresa.


Fumo in gravidanza? Ecco cosa succede al piccolo

Medicina olistica: tra antico e nuovo alla ricerca di un benessere totale