La trans Vittoria Schisano ha confermato a Novella 2000 di aver avuto una relazione con Alessandro Cecchi Paone quando era ancora Giuseppe…

Da tempo si mormorava, ma mancava una conferma. Adesso Vittoria Schisano (Il bello delle donne) rompe il silenzio sulla sua relazione passata con Alessandro Cecchi Paone: “Giuseppe (il nome che le è stato dato alla nascita, ndr) ha avuto una relazione con Cecchi Paone. La nostra storia è durata poco, ma è stata molto bella. Lui è un uomo che si comporta da vero uomo, ti fa sentire protetta, è un uomo di grande cultura e un grande amante.

All’epoca, quando ci siamo conosciuti, Vittoria stava già per arrivare, ed è stato lui a farmi capire che poteva trovare il coraggio di uscire allo scoperto. Per questo gliene sarò sempre grata. Ora siamo grandi amici”, ha raccontato a Novella 2000.

VITTORIA SCHISANO

Nell’intervista Vittoria ha parlato molto di Giuseppe…

Nel 2014, dopo un’intervento a Barcellona, è rinata in un corpo da donna e oggi racconta la sua storia col libro La Vittoria che nessuno sa.

“Vittoria è reale, vera. Giuseppe indossava una maschera. Vittoria non ha mai dovuto mascherarsi e non lo farà mai perchè quando scopri che la verità è il lusso più grande non riesci più a farne a meno“, ha confessato.

I più avidi telespettatori di fiction si ricorderanno ancora di Giuseppe, un attore piuttosto famoso e ben introdotto in quel mondo (la abbiamo visto in Canepazzo, Io e mio figlio e Nuove storie per il commissario Vivaldi).

Dopo Paone, c’è stata la relazione con il broker Fabrizio Vannucci: le nozze erano state annunciate, ma qualcosa è andato storto. “Il matrimonio doveva essere celebrato l’anno scorso, ma ho capito che era una scelta sbagliata, non perchè Fabrizio fosse sbagliato, ma perchè io vorrei un uomo che mi coccoli, mi accudisca. Fabrizio (…) era più immaturo. Non voglio fare da baby sitter a nessuno“.

7 minuti al giorno per un corpo da favola!


Elisabetta Canalis in piscina con Skyler Eva: “Miss mini bikini 2017”

Ermal Meta invita a disobbedire: “No a ciò che ti sta sulle balle”