Il corpo senza vita della giovane donna è stato trovato dal fidanzato nel loro appartamento.

Non si era presentata al lavoro: così è scattato l’allarme. È il fidanzato, con cui la donna conviveva, a scoprire il cadavere annegato in un lago di sangue nel loro appartamento in una zona collinare vicino al Lago di Garda, e ad avvertire le forze dell’ordine.
Le indagini sono ancora in fase preliminare, e i Carabinieri sono cauti e riservati, ma il quadro fa pensare a un omicidio.

La giovane aveva solo 27 anni, e si era da poco trasferita da Fumane (Verona) in Valpolicella, sul Lago di Garda, per andare a vivere insieme al compagno.

Il presunto responsabile dell’omicidio è stato fermato ieri sera intorno alle 22:30 presso il casello di Firenze Impruneta. L’uomo stava percorrendo l’A1 in direzione Roma a bordo di una moto. Secondo le ultime indiscrezioni, avrebbe confessato le proprie responsabilità alle forze dell’ordine di Verona.


Un’estate tutta azzurra: dopo Olimpiadi e calcio, vincono anche le ragazze del volley

Catania, carabiniere tenta di sedare lite ma è ferito da un colpo di pistola