Tommaso Zorzi si sfoga su Instagram in seguito a una disavventura, e svela che un profilo Twitter aveva condiviso ripetutamente una sua foto intima.

Tommaso Zorzi è stato nuovamente preso di mira dagli haters. Uno dei suoi seguaci su Instagram l’ha informato tramite messaggio privato che apparentemente un malintenzionato avrebbe acquistato dei BOT per aumentare in maniera illegale i follower su Instagram, una pratica di cui è stata vittima anche Natalia Paragoni. Zorzi ha risposto al messaggio pubblicamente tramite una storia, dimostrando grande calma. Secondo l’ex gieffino, infatti, il malintenzionato starebbe “sprecando energie e denaro per questa pagliacciata” poiché “la carriera che sto intraprendendo è in televisione, non qui su Instagram”.

Il retroscena “piccante”

Nelle storie successive, tuttavia, Zorzi ne approfitta per sfogarsi sull’attuale regolamentazione dei social media. “È vergognoso […] che non ci sia un’attenzione, una regolamentazione, un modo per poter perseguire la gente che non agisce in maniera corretta” si lamenta Zorzi. “È il far west, siamo in mano a nessuno perché vale tutto, chiunque può svegliarsi la mattina e da remoto crearti un danno.”

Poi rivela un retroscena che avrebbe potuto provocargli dei seri danni sia personali che alla sua carriera in ascesa. Apparentemente, infatti, un profilo Twitter avrebbe condiviso ripetutamente una foto intima di Tommaso Zorzi. “Qualche mese fa un profilo su Twitter ha spammato una foto del mio organo genitale, vecchia, e lo poteva fare” spiega infatti. Twitter ha chiuso gli uffici in Italia, non puoi chiamare nessuno fisicamente, puoi solo segnalare il profilo tramite l’app ma non succede un c**o. Ed è vergognosa questa roba, perché si creano danni anche psicologici. Pensate se questa foto arrivava ai giornali? E’ allucinante!”

Uno sfogo legittimo, e coronato infine dall’ultima storia di Zorzi, dove si legge “La vita vera non è su Instagram“.

ultimo aggiornamento: 15-09-2021


Francesco Acerbi è diventato papà: ecco le foto su Instagram

Tom Cruise vittima dei ladri durante le riprese di Mission Impossible