Temperatura Basale: come misurarla e tutto quello che c’è da sapere

Il metodo della temperatura basale serve per individuare il periodo dell’ovulazione. oggi vi sveleremo tutto quello che ancora non sapete

chiudi

Caricamento Player...

Avete mai sentito parlare di temperatura basale, ma non sapete di cosa si tratta? Oggi vi sveleremo tutto quello che dovete sapere sull’argomento.

La temperatura basale è la temperatura interna del corpo e si rileva dopo un periodo di riposo e l’ideale sarebbe misurarla al mattino dopo una notte di sonno e prima di alzarsi dal letto, sempre più o meno alla stessa ora.

Il metodo della temperatura basale è completamente naturale e può aiutare a concepire un bambino perché permette di conoscere il momento esatto dell’ovulazione (unico giorno fertile della donna).

Questo significa che si basa sul ciclo mestruale che inizia il primo giorno della comparsa del flusso.

Come funziona questo metodo?

Il metodo si basa sul fatto che il progesterone causa un rialzo della temperatura corporea di 0,2 -0,5 gradi centigradi  immediatamente dopo l’ovulazione. Questo rialzo dura fino a quando il livello di progesterone cala all’inizio del ciclo mestruale a causa della degenerazione del corpo luteo responsabile della sua produzione. Se non cala, e il ciclo non arriva,  può essere indicativo di gravidanza in corso.

Questo metodo non è affidabilissimo perché, come potete immaginare,  la temperatura corporea può aumentare per varie ragioni come infezioni virali, stress, azione di farmaci, assunzione di alcool o solo semplicemente per essere andate a letto tardi.

Però se viene presa e registrata nel modo corretto è l’unico metodo abbinato all’analisi del muco cervicale che vi può confermare l’avvenuta ovulazione grazie al rialzo della temperatura causata dal progesterone.

Potete misurarla:

  • per via rettale: è la migliore, la più attendibile ed è quella raccomandata sui libri che parlano di metodi naturali;
  • per via vaginale: è abbastanza attendibile nonché più comoda, l’unico problema è che può essere falsata da eventuali infezioni vaginali.