Alcol e gravidanza: è davvero un’abitudine pericolosa? Tutti i rischi

Che correlazione tra alcol e gravidanza? E’ vero che tutto ciò che si mangia, si beve o si fuma può avere conseguenze su di voi e sul vostro bambino?

chiudi

Caricamento Player...

Astenersi dall’uso di farmaci o di prodotti erboristici qualora non siano stati consigliati dal medico, niente tabacco nè alcolici: tante sono le norme da seguire scrupolosamente quando si è in dolce attesa. Esattamente quali sono le correlazioni tra alcol e gravidanza? Fa davvero male? Quali sono i rischi?

Qualsiasi ginecologo di qualunque struttura, pubblica e privata, ospedaliera e non, dice che non bisognare bere durante la gravidanza.

Eppure i pareri sono contrastanti tra le gestanti: molte, infatti, ritengono che un bicchiere ogni tanto non possa far male a nessuno e che fino a qualche tempo fa, mamme, nonne e bisnonne, non si facevano certo mancare il goccino a tavola.

Siamo sicure di sapere davvero tutto in merito ad alcol e gravidanza?

L’alcol bevuto dalla futura mamma raggiunge rapidamente il feto e la quantità di alcol in circolo è la stessa sia nella madre che nel bambino. L’unica differenza è che nell’adulto l’alcol viene metabolizzato dal fegato, mentre nel neonato non è ancora sufficientemente sviluppato.

Non si sa con esattezza quale sia la quantità minima di alcol sufficiente per far male al bambino: una birra, un sorso di liquore, un cocktail o un bicchiere di vino contengono tutti approssimativamente la stessa quantità di alcol. Quindi è meglio evitare completamente l’alcol durante la gravidanza.

Molto importante ricordare che l’uso di alcolici in ogni momento della gravidanza può causare problemi: l’alcol fa aumentare il rischio di aborti spontanei o di parto pretermine, inoltre è una delle principali cause del ritardo mentale dei bambini.

L’abuso di alcol durante la gravidanza può causare la sindrome alcolica fetale: i bambini esposti all’alcol prima della nascita soffrono di una serie di gravi problemi fisici, mentali e comportamentali.