Super Green Pass, la novità del governo per arginare la quarta ondata: cos’è, come funziona e cosa cambierà per i no vax.

Non c’è più tempo da perdere. La quarta ondata, che già sta mettendo in ginocchio mezza Europa, è arrivata anche in Italia. Per questo il governo si prepara ad attuare le contromisure. Drastiche, se necessario. La novità più grande, probabilmente in vigore già nei prossimi giorni, è quella che riguarda il Super Green Pass, una nuova forma di certificazione che possa permettere a chi è vaccinato o guarito di poter vivere una vita ‘normale’. Ma cosa cambierà in questo modo per i no vax?

Terza dose Vaccino, a chi spetta prima e quanto dura.

Super Green Pass: cos’è e come funziona

Il Super Green Pass dovrebbe essere l’equivalente di quello che in Germania e nei paesi tedescofoni stanno già chiamando Green Pass 2G. Si tratta in effetti di un normale Green Pass, ma da ottenere solo ed esclusivamente con il vaccino o dopo l’avvenuta guarigione da Covid. Niente più Green Pass temporaneo, dunque, per chi esibisce un tampone negativo. Almeno non per molte attività non necessarie.

Green Pass
Green Pass

Il decreto in arrivo nei prossimi giorni dovrebbe entrare in vigore già da lunedi 29 novembre, o al massimo dal 6 dicembre, e andrà a colpire soprattutto chi è contrario al vaccino. Ma dove sarà attiva la distinzione tra Green Pass e Super Green Pass? Su tutto il territorio italiano, anche su questo punto c’è ancora da dibattere e la decisione finale spetterà al premier Draghi. C’è infatti chi vorrebbe rendere il Super Green Pass necessario anche in fascia bianca, chi invece vorrebbe limitarlo solo a quelle zone in cui si è arrivati a un cambio di colore, quindi almeno alla fascia gialla.

Cosa cambia per i no vax con il Super Green Pass?

Per non incorrere in un provvedimento anticostituzionale, verrano preservate con il nuovo decreto le attività necessarie. Anche i no vax, o chi per tanti motivi ha scelto di non vaccinarsi, potranno continuare ad andare al lavoro tramite tampone negativo molecolare o antigenico. Il resto delle attività sarà però precluso a chi non in possesso del Super Green Pass.

Verrà impedito invece l’accesso a bar, ristoranti, cinema, teatri, stadi e impianti sportivi, palestre, discoteche e sale gioco. E in vista delle vacanze natalizie non è da escludere che il Green Pass possa diventare obbligatorio anche per i clienti degli alberghi. Insomma, il governo è pronto a imporre una nuova stretta per arginare la quarta ondata e per indurre anche i più contrari a sottoporsi alla vaccinazione, senza però arrivare all’obbligo, eccetto per alcune categorie (dovrebbe toccare prossimamente alle forze dell’ordine e agli insegnanti). La speranza è che il nuovo decreto non possa portare però i no vax a organizzare nuove folli manifestazioni per aggirare le direttive del Cts, come ad esempio i temuti Corona party.

Riproduzione riservata © 2021 - DG

coronavirus

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 24-11-2021


Mercatini di Natale a Firenze: date e programma

Cosa significa spottare?