Sesso a rischio estinzione: entro il 2030 non lo faremo più

Se crediamo che il sesso sia una delle poche cose sicure che ci restano al mondo, ci sbagliamo di grosso perchè anche esso è in via d’estinzione

chiudi

Caricamento Player...

Oggi vi daremo una sconcertante notizie che mai ci saremmo sognati: entro il 2030 le coppie smetteranno di fare sesso. David Spiegelhalter, docente della Cambridge University, ha lanciato un appello alquanto allarmante riguardante una nostra possibile e vicina estinzione.

Lo studioso ha lanciato un appello piuttosto allarmante riguardante non solo la possibilità di fare sesso, ma anche di riprodurci.

La spiegazione dell’affermazione

Nel corso di 30 anni, la frequenza dei rapporti sessuali è passata dalle 5 volte al mese degli anni ’90, alle 4 volte al mese degli anni Duemila, sino ad arrivare alle 3 volte al mese dello scorso decennio.

Ma come è accaduto tutto questo? Spiegelhalter spiega anche che la colpa è in parte delle nuove tecnologie che ci distraggono dal fare sesso:

“Penso che sia l’eccesso di sollecitazioni d’altro genere. Tipo, oddio devo guardare l’intera serie di Trono di Spade in TV. Che fa parte del fenomeno di essere sempre connessi al proprio telefonino, tablet, computer, per cui possiamo continuare a controllare messaggi, post, video e quant’altro anche tutta la notte, mentre fino a non molto tempo fa alle 10 e mezza di sera non c’era praticamente più nulla da guardare alla televisione e non c’era altro da fare”.

Se fino a qualche anno fa dopo le 22.30 non c’era più nulla da fare, oggi volendo si può restare connessi h24. Ovviamente ciò non fa bene né alla vita di coppia né al sesso, tanto da un punto di vista quantitativo quanto da uno qualitativo. Oltre all’insoddisfazione generale, ovviamente il rischio è anche quello del crollo demografico e, alla lunga, dell’estinzione.

Ancora più allarmante il fatto che non è la prima volta che si mette in luce la correlazione tra tecnologia e fine del sesso: nel 2014 una ricerca aveva già dimostrato che la maggior parte dei rapporti viene interrotta da telefonate e notifiche provenienti dallo smartphone. Le coppie sono avvisate: ad un certo punto della serata via tutto (anche i vestiti!), deve tornare l’intimità e la voglia di passare quel tempo da soli col proprio partner.